VIDEONEWS & sponsored

(in )

CCIAA * SISTEMA IMPRENDITORIALE TRENTINO – DICEMBRE 2018: « L’AGRICOLTURA SI CONFERMA IL SETTORE CON IL MAGGIOR NUMERO DI IMPRESE REGISTRATE (12.047) »

In base ai dati forniti dal Registro delle imprese della Camera di Commercio di Trento, al 31 dicembre 2018 il sistema imprenditoriale locale era composto da 50.844 imprese registrate e 63.170 localizzazioni.

Nel corso dell’anno le iscrizioni di nuove imprese sono state 2.729, mentre le cancellazioni “volontarie” sono state 2.560. Ne deriva che il saldo naturale tra imprese iscritte e cancellate nel corso del 2018 è positivo per 169 unità. Accanto alle cancellazioni su istanza dell’impresa vanno infine sommate ulteriori 362 cancellazioni d’ufficio, adottate a seguito dell’accertamento dell’inattività operativa, amministrativa e fiscale dell’azienda per tre anni consecutivi.

Se si analizza la forma giuridica adottata dalle imprese, ne emerge che il numero delle società di capitale è aumentato su base tendenziale di 312 unità con un tasso di crescita del 3,0%. Questo tipo di società costituisce il 21,2% della struttura imprenditoriale trentina (era il 14,2% nel 2007). Le imprese individuali, che continuano a rappresentare oltre la metà dello stock di imprese esistenti (il 55,2%), mostrano un calo nella numerosità (-0,5%). Negativo anche il saldo delle società di persone (-3,0%) che con 10.764 unità rappresentano il 21,2% del totale delle imprese. Le altre forme giuridiche evidenziano una variazione negativa pari a -1,8% e con 1.248 unità rappresentano il 2,5% dello stock complessivo.

Il settore con il più alto numero di imprese si conferma essere, anche nel 2018, l’agricoltura (12.047 imprese), seguito da commercio (8.492) e costruzioni (7.315). Il settore che nel periodo in esame ha evidenziato il maggior incremento di imprese registrate è invece quello dei servizi alle imprese (+2,0%).

Sono 12.221 le imprese che operano in ambito artigianale su un totale complessivo di 50.844 attività registrate sull’intero territorio.

Con riferimento alla distribuzione delle imprese per Comunità di Valle, il 20,4% ha sede nella Valle dell’Adige e in particolare nel comune capoluogo, segue la Vallagarina con il 14,9%, la Val di Non con l’11,8%, l’Alto Garda e Ledro con l’8,5% e l’Alta Valsugana e Bersntol con l’8,4%.

“Dall’analisi dei dati – sottolinea Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – emerge la progressiva evoluzione delle nostre imprese che ormai da alcuni anni tende verso forme organizzative più complesse e strutturate, quali le società di capitale, e questo rappresenta un rilevante segnale di solidità del nostro sistema economico. Il trend crescente di questa forma organizzativa è dovuto in molti casi a trasformazioni che partono da formule meno complesse come appunto le ditte individuali, vere e proprie “palestre di impresa”, che nel 2018 rappresentano oltre il 63% delle nuove iscrizioni. Per contro, la cessazione di ditte individuali è in molti casi solo la fase, obbligata dal punto di vista amministrativo, per passare a forme giuridiche più evolute”.