VIDEONEWS & sponsored

(in )

ADUNATA ALPINI TRENTO 2018 * ANCHE ROVERETO SI PREPARA ALL’EVENTO CON CON UN RICCO CARTELLONE DI MOSTRE, CONCERTI E SPETTACOLI

A due mesi dall’inizio della 91^ Adunata nazionale degli Alpini, entra nel vivo il cartellone culturale che il Coa (Comitato Organizzatore Adunata) e gli alpini della zona di Rovereto hanno ideato in vista del grande appuntamento di maggio.

Come ribadito più volte, l’Adunata nazionale non sarà manifestazione solo di Trento, ma di tutto il Trentino. E anche Rovereto sarà protagonista.

“Sarà un’Adunata universale, un evento territorialmente diffuso. Questa la volontà del Comitato Organizzatore che ha predisposto un ricco cartellone di eventi che coinvolgerà tutto il territorio provinciale, sia per quanto riguarda gli appuntamenti di Aspettando l’Adunata sia per gli impegni della quattro giorni di maggio.

Anche Rovereto, così come altre località del Trentino, ospiterà alcuni tra gli eventi più importanti della grande manifestazione”, spiega Paolo Frizzi, vicepresidente Sezione Ana Trento e responsabile legale e cerimonie.

Si comincia ufficialmente domani, venerdì 9 marzo, alle 18 al Museo Storico Italiano della Guerra con l’inaugurazione della mostra “Alpini al fronte”, con le fotografie storiche provenienti dall’archivio che ripercorrono i luoghi simbolo della guerra combattuta dalle truppe alpine tra il 1915 ed il 1918: dall’Adamello al Pasubio, dalle Tofane al monte Nero, scandite dalle testimonianze dei combattenti. A questa si affiancherà, a partire dal 24 aprile, la mostra “La pelle del soldato”.

Giovedì 15 marzo, alle 20.30 presso la Sala della Fondazione Caritro, in piazza Rosmini, avrà luogo la conferenza storica “Il pre-armistizio di Avio”. Spetterà al Generale Roberto Segarizzi, preceduto nel suo intervento da Sandro Dal Bosco, direttore della Rivista “I quattro vicariati e le zone limitrofe”, far luce su quanto avvenne a Villa Pellegrini Malfatti di Avio negli ultimi giorni di ottobre di cento anni fa. In pochi, infatti, sanno che l’armistizio, firmato a Villa Giusti a Padova il 3 novembre 1918, venne preceduto e preparato da un pre-armistizio, le cui sedute si svolsero ad Avio in Vallagarina.

Il 22 marzo prenderà piede la mostra fotografica itinerante “Pasubio non solo armi”, dedicata alla montagna sulla quale combatterono oltre 100 mila soldati, che toccherà i Comuni di Trambileno, Terragnolo, Vallarsa e infine Rovereto.

A ridosso dell’Adunata, in programma dal 10 al 13 maggio, il cartellone culturale di Rovereto e dintorni s’intensificherà ulteriormente, con oltre dieci esposizioni, altrettante serate in musica con concerti di cori e fanfare, spettacoli teatrali e sfilate che animeranno i luoghi simbolo e coinvolgeranno tutta la città in una grande festa.

“Da alcuni mesi – spiegano Leopoldo Farina e Alessandro Giori, a nome degli alpini della zona di Rovereto – ci stiamo coordinando assieme al Coa per offrire alle migliaia di visitatori in arrivo ma anche alla cittadinanza un ricco programma di eventi.

Vista e considerata la ricchezza e l’importanza delle testimonianze storiche di cui Rovereto e la Vallagarina sono custodi – dal Museo della Guerra alla Campana dei Caduti, dall’Ossario di Castel Dante ai luoghi della Prima Guerra Mondiale – abbiamo voluto, in collaborazione anche con altre associazioni ed enti locali, far vivere il territorio con numerose iniziative di stampo culturale”.