SAVOI – INTERROGAZIONE * PERSONALE INSEGNANTE: ” CAOS IN TRENTINO PER L’AVVIO DELL’ANNO SCOLASTICO? “

Come ogni anno all’approssimarsi del mese di settembre la Provincia deve espletare i passi d’obbligo per la creazione delle graduatorie e l’assegnazione delle cattedre di ruolo, nonché convocare il personale insegnante per la presa di servizio.

Sembra che quest’anno però la disorganizzazione regni sovrana negli uffici provinciali, a discapito non solo del servizio erogato, ma anche della tranquillità del personale che si appresta ad acquisire il posto di ruolo e ad avviare il servizio per gli studenti.

Innanzitutto, l’approvazione delle graduatorie, avvenuta con Delibera della Giunta provinciale il 24 agosto scorso, sembra non sia stata fatta in forma provvisoria, concedendo i 5 giorni canonici per i reclami e le segnalazioni di possibili errori, bensì subito in forma definitiva.

Da questo consegue che il 30 agosto (domani per chi scrive), al momento dell’immissione in ruolo, ovvero alla scelta ed assegnazione delle cattedre di ruolo da parte dei docenti, vi sia il rischio che alcuni docenti debbano poi vedere messa in discussione la loro scelta, in seguito ad un possibile cambio delle graduatorie.

Sembra inoltre che anche in merito alla presa di servizio vi siano diverse imprecisioni nelle comunicazioni, cosa che genererebbe una differenza tra gli stessi docenti, alcuni convocati il 1° settembre, altri convocati il 3 settembre. Alla data di convocazione segue l’inizio del contratto che sarebbe quindi diverso tra docente e docente.

Vi è quindi da comprendere non solo la realtà di quanto segnalatoci, ma anche le conseguenze per il personale docente, nonché per gli studenti. Se una scelta di azioni imprecise mette l’amministrazione a rischio ricorsi ed ulteriori ritardi, è precisa responsabilità della stessa porre rimedio tempestivamente.

 

*

In seguito a tali segnalazioni ho depositato oggi un’interrogazione provinciale per chiedere:

Se corrisponda al vero che le graduatorie per le assunzioni a tempo indeterminato siano state approvate in forma definitiva senza lasciare il tempo per i reclami e le eventuali rettifiche ed in caso affermativo per quale motivo;

Se vi siano stati dei reclami sulle graduatorie ed errori riconosciuti, tali da portare a rettifiche delle graduatorie stesse;

Se vi sia il rischio che al momento dell’immissione in ruolo alcuni docenti debbano poi vedere messa in discussione la loro scelta, in seguito ad un possibile cambio delle graduatorie;

Se corrisponda al vero che non tutti i docenti sono stati convocati per la presa di servizio il 1° settembre ed in caso affermativo per quali motivi;

Se la scelta di convocare alcuni dicenti il 1° settembre ed altri il 3 settembre sia dovuta a motivi economici, risparmiando 2 giorni di contratto.

L’auspicio è che la Provincia possa intervenire tempestivamente prima di compiere l’irreparabile, dando agli insegnanti le cattedre tanto attesa senza generare confusione e malcontento, consentendo così un tranquillo inizio di anno scolastico.

 

*

Cons. Alessandro Savoi