VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA BOLZANO * MEDICINA DI BASE: « LA GIUNTA FINANZIA STUDI A SALISBURGO E AMBURGO »

Via libera della Giunta ai nuovi criteri per la concessione di assegni studio per la formazione in medicina di base negli atenei privati di Salisburgo e Amburgo.

Nella sua ultima seduta la Giunta (16 giugno) ha approvato i criteri per la concessione di assegni di studio per la formazione in medicina di base nelle università con cui la Provincia ha stipulato una convenzione. Dall’inizio dell’anno il Dipartimento della Salute della Provincia ha siglato due accordi con altrettante università private con facoltà di medicina. In questo modo gli studenti altoatesini hanno per la prima volta la possibilità di frequentare un corso di laurea in medicina presso un ateneo privato ricevendo il rimborso delle tasse universitarie da parte della Provincia.

“Si tratta di un’offerta formativa aggiuntiva accanto a quella esistente delle università pubbliche in Italia, Austria e Germania. Come Provincia vogliamo sostenere la formazione medica di base rispondendo alla richiesta crescente di personale medico specializzato e medici di medicina generale” sottolinea l’assessore provinciale alla Sanità Thomas Widmann.

60 aspiranti studenti di medicina dell’Alto Adige si sono candidati entro il 30 aprile alla PMU di Salisburgo, 30 di loro sono stati ammessi alla selezione orale. Complessivamente nel semestre invernale 2020 la Provincia finanzierà 8 corsi di studio per la formazione medica di base all’università di Salisburgo. Altri 15 posti saranno disponibili all’università di Amburgo UMCH (Universitätsmedizin Neumarkt am Mieresch Campus Hamburg). In questo caso per candidarsi c’è tempo fino al 12 luglio: finora sono stati 12 gli aspiranti studenti che si sono candidati.

I criteri per la concessione di assegni di studio – che consistono nel rimborso delle tasse universitarie per il periodo della durata minima prevista per il percorso formativo – prevendono che i candidati siano in possesso di un diploma di maturità, dell’attestato di conoscenza delle lingue italiana e tedesca almeno di livello B2 o equipollente del quadro comune europeo di riferimento per le lingue e abbiano sottoscritto l’impegno a prestare servizio in Alto Adige presso l’Azienda Sanitaria per almeno 4 dei 10 anni successivi alla fine del percorso di specializzazione o della formazione in medicina generale. La concessione delle agevolazioni avviene nel rispetto della graduatoria emersa dai test d’ingresso delle rispettive università.

Gli studenti interessati possono consultare le informazioni in merito al provvedimento nella pagina web tematica della Provincia dedicata al tema Salute.