PD TRENTINO * AGITU IDEO GUDETA VITTIMA DI VIOLENZE FISICHE E MINACCE : ” QUESTI EPISODI NON POSSONO ATTECCHIRE IN UNA TERRA DEMOCRATICA E ACCOGLIENTE COME LA NOSTRA “

Il Partito Democratico del Trentino desidera raggiungere con un messaggio di piena solidarietà Agitu Ideo Gudeta, vittima di violenze fisiche e minacce aggravate da razzismo, e non tacere di fronte all’intollerabile presenza di questi episodi nella terra trentina. Agitu è una donna imprenditrice della Valle dei Mocheni che con la sua attività ha arricchito la nostra comunità, che ha avuto riconoscimenti a livello nazionale e che porta valore aggiunto allo sviluppo e alla cura del territorio trentino. La sua, inoltre, è una sfida nel campo zootecnico che ha il prezioso volto dell’imprenditoria femminile.

Mentre esprimiamo la piena fiducia nell’azione di contrasto degli Organi di Sicurezza, siamo convinti che la vicinanza e la solidarietà della comunità trentina siano oggi più che mai necessarie e si debbano esprimere con fermezza di fronte ad episodi di così intollerabile violenza. Allo stesso tempo vogliamo essere al fianco di tutti coloro che, come Agitu, si impegnano con il loro prezioso lavoro per mantenere la vita e la cura del nostro paesaggio e delle economie di montagna.

Questi episodi di violenza non possono attecchire in una terra democratica e accogliente come il Trentino, che sa bene quali siano le fatiche del lavoro in montagna e le sofferenze di chi emigra per trovare nuove opportunità di lavoro.

Per questo ci adopereremo in ogni modo affinché Agitu e i suoi collaboratori si sentano pienamente cittadini della nostra provincia, protetti e tutelati, proseguendo con serenità il loro lavoro, e affinché siano perseguite e condannate le azioni di violenza xenofoba in ogni loro forma.

 

 

*

Partito Democratico del Trentino

Gruppo consiliare provinciale del Partito Democratico del Trentino

Qui di seguito anche il Gruppo Consiliare Pd-Ps Insieme per Trento-Comune di Trento e il Partito Democratico di Trento:

Comunicato Stampa

Il gruppo consiliare “Pd-Psi Insieme per Trento” del Comune di Trento e il Partito Democratico di Trento, esprimono la loro forte e sentita vicinanza e solidarietà nei confronti di Agitu Ideo Gudeta, allevatrice e titolare dell’azienda agricola ”La capra felice” di Frassilongo in Val dei Mocheni, per le gravissime aggressioni, nonché le minacce di morte da lei subite, sfociate anche in vere e proprie aggressioni fisiche nei suoi confronti.

Si tratta di una vicenda intollerabile rispetto alla quale non possiamo e non dobbiamo rimanere impassibili, pena la possibilità che, in un futuro per niente lontano, il seme dell’odio possa ancor di più fiorire mettendo in pericolo la sicurezza di tutti noi.

In tal senso, condividiamo il commento riguardo questa vicenda espresso dalla Cgil del Trentino e quindi che le pene sofferte da Agitu sono «la dimostrazione di un clima di odio e razzismo che si sta diffondendo anche sul nostro territorio.»

Ora però diciamo basta! Denunciamo apertamente il clima di odio che le attuali forze di maggioranza al governo del paese stanno diffondendo senza vergogna anche nel nostro Trentino, terra da sempre ospitale, da sempre pacifica, da sempre civile.
Non a caso, Agitu è sempre stata aiutata e sostenuta dai suoi concittadini di Frassilongo e di tutta la Val dei Mocheni, con i quali ha sempre convissuto pacificamente.

A maggior ragione, non accetteremo mai che la storia di una terra e di una comunità abituata al lavoro e alla solidarietà venga messa in pericolo da alcuni individui violenti, e tra questi l’aggressore di Agitu, che negli ultimi mesi sono usciti allo “scoperto” incoraggiati da messaggi che indicano negli stranieri, anzi, nei “negri” la radice dei problemi dell’Italia.

Per questo motivo, il Partito Democratico di Trento e i suoi rappresentanti consiliari in comune intendono reagire a questa deriva violenta e razzista riservandosi di dar luogo a iniziative di sostegno nei confronti di Agitu, sia per esprimere vicinanza ad una brava persona, una donna, ingiustamente offesa e maltrattata, sia per affermare i valori positivi che crediamo siano condivisi da tutti i trentini quali solidarietà, accoglienza e civiltà democratica.