PAT * BOSCHI E SICUREZZA: « PER PREVENIRE I POTENZIALI RISCHI PROSEGUE L’IMPEGNO DELL’AGENZIA PROVINCIALE FORESTE DEMANIALI »

Boschi e sicurezza, si investe nella formazione. Per prevenire i potenziali rischi prosegue l’impegno dell’Agenzia provinciale Foreste demaniali.

Boschi, la sicurezza innanzi tutto. L’Agenzia provinciale Foreste demaniali dallo scorso mese di gennaio sta facendo informazione sul territorio e sta organizzando corsi di formazione per chi opera nel bosco. Per la “Formazione forestale professionale” e i “Corsi per boscaioli” è stato predisposto un calendario. Per informazioni e contatti si può telefonare allo 0461/495969.

Quello del 29 ottobre 2018, denominato “Tempesta Vaia”, è stato il più pesante evento naturale che ha colpito le foreste del versante meridionale delle Alpi, dove si contano in totale 8,5 milioni di metri cubi di legname a terra. In Trentino sono stati colpiti 19.000 ettari di superficie forestale causando la caduta a terra di 3.300.000 metri cubi di alberi.

La gestione dei boschi, con gli importanti risvolti economici, ecologici, culturali e sociali che ha, si declina anche attraverso la sicurezza di chi lavora al taglio e al trasporto degli alberi. Per questo è stato definito un piano d’azione per la ricostruzione delle foreste trentine, un documento programmatico che contiene gli interventi da attuare nei prossimi anni.

Il piano prevede tutto di mettere in sicurezza e ricomporre la rete infrastrutturale a servizio del territorio boschivo trentino ed ha, come primo punto, la sicurezza di chi è e sarà chiamato a lavorare nel bosco, facendo attività complesse e potenzialmente pericolose.

In collaborazione con l’Unità Operativa di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro, struttura operativa del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda provinciale per i Servizi Sanitari, e con l’Associazione Artigiani, l’Agenzia provinciale Foreste demaniali da gennaio ad oggi ha quindi realizzato iniziative formative rivolte ai professionisti, alle ditte d’utilizzazione boschiva.

Oltre a quattro giornate di formazione (a Borgo Valsugana, Cavalese, Strembo e Mezzana) con attività in aula e prove pratiche in bosco, a cui hanno partecipato 168 operatori, tra titolari d’impresa, lavoratori autonomi, dipendenti e collaboratori, l’attività è proseguita mediante l’attivazione di 5 corsi teorici della durata di 2 giorni (16 ore) sull’installazione e l’esbosco con gru a cavo, a cui hanno partecipato 46 operatori forestali professionisti. Il percorso formativo sarà completato con un modulo pratico della durata di 3 giorni (24 ore) che sarà ripetuto in 5 edizioni.

Inoltre, sono stati distribuiti sull’intero territorio provinciale locandine e pieghevoli rivolti agli operatori forestali occasionali invitandoli alla massima attenzione.

Nel Catalogo dei Corsi per operatori forestali professionisti, per il periodo aprile-novembre 2019, sono offerti corsi sulla formazione in materia di sicurezza e tecnica dei differenti lavori forestali oltre ad alcuni corsi necessari per l’ottenimento del patentino per la conduzione dei cantieri di utilizzazione forestale.

Proseguirà anche l’attività di formazione e aggiornamento rivolta agli operai forestali provinciali del Servizio Foreste e fauna, dell’Agenzia provinciale delle foreste demaniali e del Servizio Bacini montani.

Il calendario dei Corsi riguardanti la Formazione forestale professionale e i Corsi per boscaioli è disponibile sul sito dell’Agenzia provinciale delle foreste demaniali: www.forestedemaniali.provincia.tn.it.