PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 13)

Commissione ambiente – la maggioranza gioca e il presidente resta senza commissione: Maschio già sfiduciato?

Nel pomeriggio di ieri (2 maggio), in occasione della prima seduta della commissione comunale Ambiente, dopo il cambio della presidenza, ancora una volta si è riscontrata la mancanza di volontà della maggioranza di procedere con serietà nell’esame dei molti ed urgenti temi legati alle numerose competenze della commissione. Ambiente e non solo, agricoltura, foreste, turismo, vivibilità urbana, sono i cardini del buon vivere in città ed in collina e, proprio perché strategici, ci si chiede perché la maggioranza non voglia dar spazio alle azioni condotte da questa commissione.

Dopo la sfiducia avanzata al presidente della Lega, firmata congiuntamente all’attuale neopresidente Maschio, ecco che gli stessi ora non si presentano nemmeno alla prima seduta della nuova compagine (alcuni assenti giustificati, altri che dichiaravano la presenza, assenti ingiustificati o in ritardo inaccettabile di oltre mezz’ora). Assente ingiustificato anche il componente di #inMovimento, gruppo che aveva sostenuto l’assegnazione della presidenza al M5S.

In merito alla volontà di lavorare, nonostante aver subito l’esproprio della presidenza, con rinnovato impegno, proprio in occasione della seduta dove all’ordine del giorno era prevista la programmazione dei lavori fino a fine legislatura, la Lega aveva inviato all’attenzione del presidente l’ufficiale richiesta (in allegato) di inserire tutti i punti lasciati in sospeso a causa dello stop ai lavori di questi mesi. Si tratta di numerosi argomenti, di cui molti urgenti, che attendono da tempo risposta e soluzione e su cui la maggioranza troppe volte non ha voluto lavorare in commissione.

L’assenza dei componenti di maggioranza (giustificata o no) dimostra oggi ancora una volta la loro mancanza di serietà, mentre la Lega, volenterosa e propositiva, uscendo dall’aula ad inizio seduta (e non all’arrivo di altri componenti) ha voluto ribadire la denuncia dei giochi di assenze della maggioranza per impedire alla commissione di lavorare concretamente. Il presidente dal canto suo farebbe meglio a spiegare i fatti in modo corretto e a confrontarsi con chi lo sostiene invece di gridare alle “scelte politiche” quando lui è stato il primo a chiamarle in causa per sostenere la sua nomina.

 

 

I commissari in commissione ambiente

*

Lega Nord Trentino

Martina Loss

Claudia Postal

 

*

Civica Trentina

Fabrizio Guastamacchia

 

 

IN ALLEGATO AL  COMUNICATO STAMPA
190502 - CTN lettera com amb