CENTRO COOPERAZIONE INTERNAZIONALE * ‘ SCIENZA PER LA PACE ‘: INIZIATIVA RIVOLTA A 130 STUDENTI TRENTINI CHE SI SVOLGERÀ GIOVEDÌ 4 OTTOBRE TRA FOLGARIA E BASE TUONO

Il quattro ottobre è riconosciuto dal parlamento italiano quale “solennità civile e giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse, in onore dei Santi Patroni speciali d’Italia” (legge 10/02/05 n. 24). Il Ministero dell’Università e ricerca ha invitato a celebrare tale ricorrenza promuovendo apposite attività educative e formative nelle scuole di ogni ordine e grado, in stretta collaborazione con Regioni, Province e Comuni.

In questa occasione, Centro per la Cooperazione Internazionale e Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, in collaborazione con Comune di Folgaria, Base Tuono, Unione degli Scienziati per il Disarmo (Uspid), Scuola Internazionale sul Disarmo e la Ricerca sui Conflitti (Isodarco) e Finisterrae Teatri rivolgono un’innovativa proposta formativa a studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di secondo grado del Trentino, intitolata “Scienza per la Pace”, che si svolgerà giovedì 4 ottobre 2018 a Folgaria e a Base Tuono dalle 9.00 alle 16.00.

Che la scienza e la tecnologia siano state al centro di quasi tutte le innovazioni avvenute negli arsenali militari a partire dalla prima Guerra Mondiale è risaputo e l’importanza di certi sviluppi, come la bomba nucleare o le armi chimiche, è evidente a tutti e oggi si aprono nuovi scenari inquietanti di attacchi cibernetici e di sistemi d’arma letali completamente autonomi. Ma scienza e tecnologia contribuiscono in maniera rilevante anche a preservare la pace, permettendo di eliminare in modo sicuro armi pericolose, sviluppando contromisure capaci di annullare gli effetti di agenti venefici, bloccando minacce informatiche, fornendo informazioni che permettono ai decisori politici di agire in modo razionale e non dettato da paure immotivate.

La giornata “Scienza per la Pace” ha come obiettivo formativo quello di stimolare nei giovani la curiosità per la scienza a servizio di un mondo più pacifico, più giusto, più sostenibile. Gli studenti potranno comprendere il forte contributo della scienza e della tecnologia nello sviluppo di sempre nuovi e più potenti armamenti, ma al contempo anche comprendere quali strumenti e metodologie accrescono la sicurezza internazionale e rendono possibile lo smantellamento sicuro di ordigni ed armi pericolose a seguito degli accordi di disarmo.

Nel corso dell’iniziativa, i 130 giovani partecipanti (provenienti da Tione, Pergine, Riva e Trento) saranno condotti, da esperti particolarmente qualificati e di grande esperienza, in un percorso di scoperta e approfondimento, partecipando a lezioni, laboratori e alla rappresentazione teatrale “La Bomba”, appositamente predisposta per questa occasione.

Nelle presentazioni si curerà di sottolineare l’applicazione concreta di discipline scientifiche quali la fisica, la chimica, la biologia, l’informatica, la matematica a questioni importanti, quali la guerra e la pace. Si accennerà inoltre ad alcuni interessanti sbocchi professionali. Gli studenti verranno anche condotti a visitare in dettaglio Base Tuono, già installazione nato ai tempi della guerra fredda, dove erano schierati missili antiaerei Nike-Hercules che potevano venir dotati di testate nucleari. Base Tuono è l’unica struttura museale in Europa a possedere e mostrare ai visitatori tutti gli elementi di comando e controllo di cui erano dotati i centri con armi atomiche.