LAV * Lupi e orsi: ” lettera aperta al neo Presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Lupi e orsi – La Lav scrive e diffonde una lettera aperta al neo Presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti. All’indomani delle elezioni nella Provincia Autonoma di Trento, ab- biamo scritto e diffuso una lettera aperta al neo Presidente Fugatti,

che avrà il fondamentale compito di amministrare e regolare il pre- zioso e al tempo stesso difficile rapporto di convivenza con gli ani- mali selvatici, lupi ed orsi in particolare.

“La convivenza con i grandi predatori è infatti un’importante sfida per il nostro territorio cui spetta ora a Lei amministrare. Siamo fer- mamente convinti che sia necessario riuscire a superare la fase pro- pagandistica delle azioni, dannosa sia per le persone che per gli ani- mali […] Noi, Presidente, continueremo a esercitare la nostra puntua- le azione di controllo del rispetto delle norme poste a protezione de- gli animali e dell’ambiente e siamo pronti a dare il nostro contributo […] per proporre e individuare le migliori soluzioni che possano garantire un’auspicata pacifica convivenza tra umani e animali.”

 

*

Ecco il testo della lettera:

Gentile Presidente,
a seguito dell’elezione che l’ha vista nettamente vincitore, intendiamo complimentarci con Lei per il successo e la nuova importante carica di Presidente della nostra Provincia.
Oltre 124.000 cittadini Le hanno accordato le loro fiducia e preferenza come Presidente, affidandole quindi l’Amministrazione del nostro splendido territorio, con le sue peculiarità e bellezze che tutti conosciamo. Tra esse, certamente, il prezioso e al tempo stesso difficile rapporto di convivenza con gli animali selvatici, lupi ed orsi in particolare.
Come saprà, il prossimo 31 ottobre, presso il Tribunale di Trento, si terrà l’udienza in merito all’opposizione, formulata dalla Lav e altre associazioni animaliste, alla richiesta di archiviazione dell’azione penale nei confronti dei responsabili dell’uccisione dell’orsa KJ2.

Come certamente ricorderà, lo scorso 22 luglio 2017 quest’orsa venne ritenuta responsabile dello scontro con un uomo e per questo motivo fu uccisa dagli agenti del Corpo forestale provinciale il 12 agosto seguente. Indipendentemente da quello che sarà l’esito dell’udienza, “eredità” della precedente Legislatura provinciale, crediamo che il prossimo 31 ottobre possa rappresentare un elemento di discontinuità con il modus operandi dell’Amministrazione che l’ha preceduta come pure un’occasione di continuità con l’azione del Governo nazionale di cui anche Lei fa parte ed è composto anche dalla sua forza politica.

La convivenza con i grandi predatori è infatti un’importante sfida per il nostro territorio cui spetta ora a Lei amministrare. Siamo fermamente convinti che sia necessario riuscire a superare la fase propagandistica delle azioni, dannosa sia per le persone che per gli animali.

Con l’ impugnazione da parte del Governo di Roma della legge provinciale per la gestione dei grandi predatori approvata dallo scorso Consiglio, si è creata la condizione perché la nuova Amministrazione provinciale si possa differenziare da chi l’ha preceduta, anche in questo settore, impostando fin da subito la sua azione politica sull’adozione delle misure di prevenzione e sulla diffusione delle migliori e più aggiornate informazioni scientifiche: due solide fondamenta per gettare le basi del successo di un’azione che voglia realmente garantire la sicurezza dei cittadini e il rispetto delle Leggi nazionali e comunitarie poste a tutela degli animali selvatici.

Noi, Presidente, continueremo a esercitare la nostra puntuale azione di controllo del rispetto delle norme poste a protezione degli animali e dell’ambiente e siamo pronti a dare il nostro contributo, nella qualità di Ente Morale riconosciuto dai Ministeri dell’Interno, della Salute, dell’Ambiente e dell’Istruzione, collaborando con l’Amministrazione per proporre e individuare le migliori soluzioni che possano garantire un’auspicata pacifica convivenza tra umani e animali.

AugurandoLe fin da subito un buon lavoro da cui la nostra Provincia trarrà giovamento, La salutiamo cordialmente.

 

*

Lav Onlus – Sede provinciale del Trentino