VIDEONEWS & sponsored

(in )

TRENTINO MARKETING * FRESU E MUSEGA DE POZA: MAGICO INCONTRO IN QUOTA, IN 5.000 OGGI AI PIEDI DELLA RODA DI VAÈL NEL GRUPPO DEL CATINACCIO

In un anfiteatro naturale che ha risposto a ogni suono con una leggera eco, i musicisti fassani e il grande jazzista sardo si sono cimentati in un repertorio che ha saputo muoversi tra brani ormai storici, memorie risalenti alla Grande Guerra, escursioni nelle atmosfere mitteleuropee e persino in reinterpretazioni contemporanee di melodie senza tempo.

Solo nell’ultimo secolo le Dolomiti hanno visto contadini, boscaioli, cacciatori, persino eserciti passare ai loro piedi e sulle cime. Loro sono rimaste le stesse. Testimoni silenziosi della storia.

Eppure tutt’attorno il mondo e gli uomini hanno continuato a vivere e a creare e sperimentare anche a queste altezze.

Lo ha dimostrato oggi lo straordinario evento proposto da I Suoni delle Dolomiti, il festival trentino di musica in quota, che ha visto l’insolito e magico incontro tra una banda tradizionale alpina, la Musega de Poza diretta da Giancarlo Dorich, e un grande jazzista internazionale come Paolo Fresu.