VIDEONEWS & sponsored

(in )

‘ QUARTA REPUBBLICA ‘ – RETEQUATTRO * GIORGIA MELONI: ” LUIGI DI MAIO RISULTA NULLATENENTE E TRA TRE MESI PRENDERÀ IL REDDITO DI CITTADINANZA “

Nel corso della puntata di “Quarta Repubblica”, il talk show, in onda questa sera alle 21.25 su Retequattro, Nicola Porro ha ospitato la Leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che, sul caso del padre di Luigi Di Maio, in particolare alle scuse, si è espressa così: «Vi stupirò: io sono tra quelli che pensano, probabilmente anche per i rapporti che ho avuto con mio padre, che non è detto che un figlio debba pagare per gli errori di suo padre. Non ho studiato la vicenda così a fondo perché non mi appassiona più di tanto, quindi non so andare nel tecnico, ma c’è un tema che mi interessa, che è quello politico: il padre di Di Maio risulta nullatenente, così come i suoi operai pagati in nero. Fra tre mesi prenderanno il reddito di cittadinanza. Di Maio, se non si è accorto che a casa sua ci sono delle irregolarità, quando immagina questo genere di provvedimenti, come fa a garantirci che lo Stato italiano riuscirà a farlo per quelli che non conosce?».

 

E aggiunge: «Dirò un’altra cosa che non vi aspettate: ho trovato, francamente, molto fastidiosi i video del Pd, della Boschi e di Renzi, che dicono: “Vedi, tu che hai attaccato mio padre…”. Quello che si contestava alla Boschi e a Renzi non era di avere, nel caso della Boschi, un papà che aveva avuto ruoli apicali in una banca che aveva truffato dei risparmiatori, ma si è contestato che hanno fatto un decreto per scudare chi aveva truffato questa gente, quindi era la loro responsabilità, non quella dei loro padri!».

In merito all’assenza di Matteo Salvini al vertice del centro-destra svoltosi venerdì, invece, ha detto: «I rapporti all’interno della maggioranza sono molto tesi. Venerdì ci dovevamo vedere per fare il punto sulle regioni ma Salvini non è potuto venire perché Di Maio altrimenti si arrabbiava». Quando il conduttore del programma Nicola Porro le chiede se queste fossero ricostruzioni giornalistiche, la Leader di Fratelli d’Italia ha ribattuto: «Sì, sono ricostruzioni giornalistiche ma penso che sia proprio così. Noi come centro-destra andiamo compatti in tutte le regioni e siamo l’unica alternativa credibile».