VIDEONEWS & sponsored

(in )

PAT * AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO: « APPROVATO IL BANDO, LE RISORSE DISPONIBILI AMMONTANO A 120 MILA EURO PER IL BIENNIO 2020-2021 »

Amministratore di sostegno, approvato il bando. Su proposta dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, la Giunta provinciale ha approvato il bando per la presentazione di proposte progettuali per lo sviluppo territoriale dell’amministratore di sostegno. Le risorse disponibili ammontano a 120.000 euro, per il biennio 2020-2021. Possono partecipare, attraverso la presentazione di progetti, anche in partenariato, le Comunità, il Territorio Valdadige e il Comune di Rovereto. I progetti devono essere presentati tra il 15 gennaio e il 17 febbraio 2020.

I progetti devono perseguire la finalità dello sviluppo dell’istituto dell’amministratore di sostegno, anche, tra le altre cose, attraverso la ricerca di nuove figure volontarie disponibili a ricoprire il ruolo, la creazione di una rete di enti pubblici e privati capace di offrire servizi adeguati a sostegno delle famiglie che vogliano avvalersi dell’amministratore di sostegno, azioni di formazione e informazione, attività di supporto agli amministratori, agli amministrati e ai familiari.

Nel 2014, con legge regionale, è stato istituito il fondo regionale per il sostegno della famiglia e dell’occupazione, destinato alla copertura di interventi a sostegno della famiglia e dell’occupazione attuati da ciascuna Provincia. Nel 2017, con deliberazione della Giunta, sono stati approvati i progetti e gli interventi della Provincia autonoma di Trento, finanziabili sul fondo regionale, per gli anni 2017 e 2018; nello specifico l’intervento per la promozione e lo sviluppo territoriale dell’amministratore di sostegno.

Il 6 dicembre scorso, per dare continuità al progetto, la Giunta ha incrementato di 120.000 euro il fondo per lo sviluppo territoriale dell’amministratore di sostegno, che era già stato approvato nel 2017. Il bando approvato oggi serve proprio per poter utilizzare, assegnandole ai diversi progetti che saranno presentati, le maggiori risorse messe a disposizione.