VIDEONEWS & sponsored

(in )

FORUM TRENTINO PACE E DIRITTI UMANI * “ANNIVERSARIO CADUTA MURO BERLINO“: « GLI APPUNTAMENTI DELLA RASSEGNA “1989-2019: IL MURO DI IERI, I MURI DI OGGI” »

Nelle ore che segnano il 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino, giunge al culmine la ricca proposta di incontri, spettacoli, proiezioni, mostre e presentazioni di libri che qualificano la rassegna “1989-2019. Il Muro di ieri, i muri di oggi” (19 ottobre – 26 novembre 2019), organizzata da una rete di associazioni, partner scientifici e istituzionali con il coordinamento del Forum trentino per la pace e i diritti umani.

Venerdì 8 novembre, alle ore 21, l’appuntamento è allo Smart Lab di Rovereto per lo spettacolo teatrale L’elicottero a pedali. Fuga per la libertà. Il monologo scritto e interpretato da Gianluca Cicinelli, proposto da ANPI Vallagarina e Casa per la pace di Rovereto, racconta uno dei più improbabili tentativi di fuga dalla Germania Est prima della caduta del Muro, ma anche l’ipocrisia di chi oggi continua ad alzare muri e impedire la libera circolazione di esseri umani oppressi da dittature, guerre e fame.

Nel giorno stesso dell’anniversario, sabato 9 novembre, una prima importante iniziativa sarà proposta dalla Fondazione Museo storico del Trentino, con l’inaugurazione, alle ore 11 presso le Gallerie di Piedicastello, della mostra 100 marchi – Berlino 2019, un progetto artistico del fotografo Tommaso Bonaventura, sviluppato in collaborazione con Elisa Del Prete, che racconta la vita prima e dopo la caduta del muro di Berlino attraverso le biografie dei cittadini della DDR. La mostra è prodotta da Fondazione Museo storico del Trentino, Museo del Risparmio (Torino), CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia (Torino) e Archivio Storico Istituto Luce (Roma).

Alle ore 18 la rassegna di sposta presso Sala Falconetto di Palazzo Geremia per l’incontro con Andrea Purgatori, uno dei più amati sceneggiatori e giornalisti investigativi italiani, appartenente a una generazione nata e cresciuta nella guerra fredda, che presenterà il suo primo romanzo Quattro piccole ostriche (HarperCollins, 2019): dopo tanti articoli, scoop, sceneggiature e trasmissioni tv, il suo esordio nella narrativa rilegge le forme del grande thriller spionistico tornando proprio ai giorni della caduta, quando il mondo assisteva commosso al passaggio del fiume umano in fuga da Berlino Est.

L’intervento, in dialogo con il direttore della Fondazione Museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi, con il saluto dell’Assessore alla Cultura del Comune di Trento Corrado Bungaro e il coordinamento della giornalista Fausta Slanzi, sarà anche l’occasione per gettare uno sguardo di prospettiva sui muri fisici e immateriali del nostro presente.
Andrea Purgatori

Giornalista d’inchiesta, sceneggiatore per TV e cinema, attualmente conduce la trasmissione Atlantide in onda su La7, con grande successo di pubblico e critica. Tra i film che ha scritto per il cinema si ricordano Il muro di gomma (1991), Il giudice ragazzino (1994), Fortàpasc (2009), L’industriale (2011), e per la televisione Caravaggio (2008), Lo scandalo della Banca Romana (2010), Il Commissario Nardone (2012).