“Un incontro positivo”, questo il commento di Giuseppe Pallanch, segretario della Cisl Fp, dopo il vertice con Fabio Scalet, presidente della commissione dei 12.

“La nuova bozza – dice Pallanch – viene stralciata nella parte che riguarda la norma sulla provincializzazione della Corte dei Conti. Abbiamo lottato con tutti i dipendenti del settore fin da subito ma vigileremo che non ci siano improvvise e inaspettate fughe in avanti”.

Questo l’esito dell’incontro tra la Cisl Fp e una delegazione di lavoratori e Commissione dei 12. Bloccata la trattativa che dovrebbe prevedere il passaggio del personale. Una decisione che vede la contrarietà del sindacato .

Le Cisl FP hanno fin da subito messo in luce molte criticità tra risorse e costi, conflitti d’interesse e la necessità di valorizzare il capitale umano.

“L’intenzione – aggiunge il sindacato di via Degasperi – è quella di avviare un tavolo tecnico per salvaguardare gli organici e comprendere la situazione dei comandi e delle dotazioni organiche . Questa scelta sembra ridimensionare notevolmente il progetto iniziale. La decisione finale spetta comunque alla presidenza della Corte dei conti”.

Un prossimo aggiornamento dovrebbe avvenire a fine estate. “Il presidente Scalet conferma l’intenzione dopo aver incontrato la delegazione Cisl Fp per un’informativa a fine agosto e inizio settembre. Abbiamo ampio mandato da parte della base per presidiare nel migliore dei modi questa partita. Non ci tiriamo indietro con profondo senso di responsabilità”, conclude Pallanch.

 

 

*

Nella foto: il presidente della “Commissione dei 12”, Fabio Scalet, ritratto in un ufficio della sede della Regione Trentino Alto Adige, a Trento