PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (12ma puntata format Tv)

Ad arricchire la proposta musicale del Teatro Capovolto, la rassegna estiva organizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, mercoledì 15 luglio (ore 21.30), sul palco del “Sociale” (rivolto verso Piazza Battisti) salirà l’ENSEMBLE ZANDONAI, orchestra da camera di Trento, che per l’occasione si esibirà in un concerto dedicato alla “Musica da Est a Ovest senza confini…”.

A dirigere l’Ensemble Zandonai, prestigioso complesso d’archi composto da ben 12 elementi, ci sarà il maestro Giancarlo Guarino, per una serata scandita dalle musiche di alcuni fra i migliori compositori russi e statunitensi: da Petr Ilic Cajkovskij a George Gershwin, da Anton Arensky a Leonard Bernstein, passando per Serguei Rachmaninov, Leroy Anderson e Rodgers Hammerstein, senza dimenticare i canti più famosi della tradizione afroamericana. Un programma davvero ricco, impreziosito dalla partecipazione solistica di Margherita Guarino (soprano) e Stefano Guarino (violoncello). L’organico della serata sarà composto da Paolo Zordanazzo, Ivo Crepaldi, Victoria Gögele e Stefano Roveda (violini primi); Andrea Ferroni, Alessia Pallaoro e Francesca Piazza (violini secondi); Luca Martini e Klaus Manfrini (viole), Stefano Guarino e Margherita Guarino (violoncelli); Mauro Tomedi (contrabbasso).

Gruppo d’archi costituito nel 1995, l’”Ensemble Zandonai” è formato da musicisti professionisti che collaborano con realtà internazionali quali Mahler Chamber Orchestra, Orchestra da camera di Mantova, Scala di Milano, Arena di Verona, Orchestra del Teatro Regio di Torino, “Europa Galante”, Gomalan Brass, Camerata Salzburg. Un’intensa attività concertistica, alla quale si affiancano importanti iniziative di formazione per giovani musicisti.

Con all’attivo anche la produzione di CD e registrazioni audio-video realizzate per varie emittenti tra cui la RAI nazionale, dal 2000 ad oggi l’Ensemble Zandonai realizza una propria stagione concertistica, che vanta invitati di grande prestigio: Piernarciso Masi, Cecilia Gasdia, Giorgio Carnini, Stefan Milenkovic, il “Kapelle Trio”, Chiara Tonelli, Johannes Peitz, Serguei Galaktionov, il duo Bandini- Chiacchiaretta. Nel 2017 l’orchestra da camera di Trento ha avuto inoltre il piacere di collaborare con Albrecht Mayer, primo oboe dei Berliner Philarmoniker, per la rassegna “I Suoni delle Dolomiti”, mentre Nel 2018 ha promosso un importante progetto di formazione e produzione “Giovani in Sinfonia” rivolto a giovani musicisti da tutto il mondo, realizzando un ciclo di concerti con le Sinfonie di L.v. Beethoven.

Direttore dell’orchestra da camera di Trento “Ensemble Zandonai” dal 1994, Giancarlo Guarino ha seguito seminari di direzione con Romolo Gessi, Julius Kalmar, Piero Bellugi ed è stato allievo del maestro finlandese Jorma Panula. In qualità di direttore d’orchestra ha collaborato, tra le altre, con l’orchestra da camera di Mantova, l’orchestra Haydn di Bolzano e Trento, l’orchestra Cantelli di Milano, l’orchestra da camera di Brescia, l’orchestra sinfonica di Grosseto, l’orchestra filarmonica di Brasov (Romania), l’orchestra londinese “I Maestri” e le orchestre finlandesi E5, Orchestra sinfonica di Kuopio, la filarmonica di Vaasa, l’orchestra Sinfonica di Eskisehir (Anatolia-Turchia).

Per quanto riguarda le MODALITÀ DI INGRESSO all’Arena di Piazza Battisti, l’accesso sarà contingentato e sarà consentito solamente previo acquisto del titolo a pagamento (5 euro), acquistabile sul sito www.primiallaprima.it, presso le Casse Rurali di Trento e presso la biglietteria del Teatro Auditorium (da lunedì a venerdì, dalle 16 alle 19). La sera dell’evento la biglietteria resterà chiusa.

Si invita il pubblico a volersi presentare con congruo anticipo in ragione delle procedure di ingresso condizionate dai protocolli anti Covid-19. L’accesso verrà consentito a partire dalle ore 20.15.

Si ricorda che è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine e il rispetto del distanziamento sociale, in ogni fase di ingresso all’Arena.

L’accesso in platea avverrà attraverso 3 varchi: Settore 1, Settore 2 e Settore 3, distinti per colore e numerazione. La numerazione del varco sarà indicata su ciascun biglietto. Una volta all’interno, lo spettatore dovrà obbligatoriamente sedersi sulle sedie di colore blu.

Si informa che tutti i posti sono al coperto. Pertanto, l’evento si terrà anche in caso di pioggia.

 

*

Foto: archivio Opinione