PROVINCIA AUTONOMA TRENTO
Covid-Free (27ma puntata format Tv)

Spaccio di sostanze stupefacenti, due denunce a piede libero. Anche durante l’ultimo week-end, i Carabinieri della Compagnia di Cavalese hanno proseguito concretamente nella consueta azione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio.

Un giovane della bassa Val di Fassa, controllato in un’area vicina al centro urbano di Moena e recentemente oggetto di molteplici segnalazioni, anche anonime, da parte dei residenti, ha destato particolare sospetto nei militari impegnati nelle verifiche, per l’atteggiamento sfuggente e l’evidente tremore che li ha incuriositi. Ne è conseguita una perquisizione personale, al cui esito il ragazzo è stato trovato in possesso di 3 grammi di cocaina, risultata estremamente pura agli esami di laboratorio, per la elevata concentrazione psicotropa e quindi è stato denunciato per il reato di spaccio.

Venerdì sera, inoltre, un lavoratore stagionale 34enne, parimenti controllato per attività di routine, in Campitello di Fassa mentre passeggiava a tarda ora nella zona dei negozi del paese, dove si ritrovano generalmente i ragazzi del posto, ha mostrato particolare nervosismo all’avvicinarsi dei militari in abito borghese e sottoposto a perquisizione personale dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa Cavalese è stato trovato in possesso di due sacchettini in plastica contenenti cocaina.

La successiva ricerca, estesa domicilio, ha consentito il recupero di altri tre involucri contenenti la medesima sostanza, pertanto, anche in questo caso, i militari hanno deferito il cuoco all’Autorità Giudiziaria, per spaccio di sostanze stupefacenti.