VIDEONEWS & sponsored

(in )

AZIENDA CONSORZIALE TERME COMANO (TN) * CDA: « PRESENTATI I RISULTATI ED I PROGETTI FUTURI AI CONSIGLIERI DEI CINQUE COMUNI, BLEGGIO SUPERIORE – COMANO TERME – FIAVÈ – SAN LORENZO DORSINO – STENICO »

L’incontro tenuto alla presenza di numerosi consiglieri comunali dei comuni proprietari ha permesso all’Azienda di illustrare strategie, investimenti e programmi presenti e futuri.

Giovedì 10 giugno, presso la Sala Comano del centro termale, si è svolta una serata informativa che ha coinvolto i consiglieri dei Comuni di Bleggio Superiore, Comano Terme, Fiavè, San Lorenzo Dorsino e Stenico.

L’obiettivo dell’incontro, organizzato dal Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Consorziale, era quello di fare il punto sui risultati raggiunti dalla nuova governance e presentare i progetti futuri, primo tra tutti la riqualificazione del centro termale “Comano 2025”.

All’appuntamento, molto seguito ed apprezzato dai diversi rappresentanti del territorio intervenuti per l’occasione, erano presenti il Presidente delle Terme di Comano Roberto Filippi, il Consigliere Delegato Elena Andreolli, il Presidente dell’Assemblea Termale e Sindaco di Stenico Monica Mattevi e i responsabili di settore dell’Azienda.

Ad aprire l’incontro è stata proprio Monica Mattevi, in rappresentanza dei Comuni proprietari: “Amministrare oggi le Terme di Comano vuol dire avere il coraggio di cambiare, di innovare; continuare come prima sarebbe la nostra fine! La sfida non è facile perciò abbiamo scelto le persone che possono portarla avanti, medici preparati e stimati e dipendenti sui quali stiamo investendo. Il lavoro è stato tanto negli ultimi anni, spesso invisibile, ma finalmente stiamo vedendo i primi risultati: pensiamo all’apertura di quest’inverno e alla soddisfazione che ci stanno dando la cosmesi, la comunicazione il Grand Hotel Terme e Comano Med.”

La serata è proseguita con gli interventi di Roberto Filippi, che ha presentato i dati consuntivi dell’ultimo quinquennio che confermano il trend di crescita del settore cosmetico e ricettivo e al contempo evidenziano una flessione dei ricavi per il comparto termale in linea con le difficoltà che sta affrontando negli ultimi anni a livello nazionale, e di Elena Andreolli, che si è soffermata sulle strategie di posizionamento della futura offerta termale e sull’impatto economico, sociale e ambientale che le Terme di Comano hanno sul territorio delle Giudicarie, con oltre 33 milioni di euro di ricchezza generata nel 2019.

Questi preziosi traguardi e gli ambiziosi progetti futuri sono possibili anche grazie ai dipendenti e numerosi collaboratori – il 63% dei quali proveniente dai Comuni proprietari – coordinati dai responsabili di area, che hanno illustrato gli obbiettivi raggiunti e le varie attività messe in atto durante l’ultimo biennio. Gianluca Ziggiotti, responsabile marketing, ha presentato ai consiglieri i risultati delle numerose attività di comunicazione messe in campo, l’ultima delle quali la collaborazione con un nuovo ufficio stampa che ha permesso all’Azienda di ottenere visibilità sulle più prestigiose riviste nazionali e sui siti specializzati, per un valore economico lordo valutato in 436.000 euro.

La parola è poi passata a Enzo Vaccarella, Direttore Operativo, per illustrare gli ottimi risultati raggiunti dal Grand Hotel Terme di Comano in termini di presenze e fatturato e l’anteprima della nuova campagna pubblicitaria in uscita a breve su testate di prestigio. Ha poi concluso l’intervento con le novità del centro termale per il 2021 tra cui i nuovi programmi benessere giornalieri e l’inaugurazione ad aprile del nuovo poliambulatorio specialistico Comano Med.

Sabrina Bonazza, product manager di Terme di Comano SKINCARE, ha proseguito con un intervento sugli importanti cambiamenti della linea cosmetica, che negli ultimi due anni si è totalmente rinnovata, portando il comparto cosmetico ad un incremento importante del fatturato soprattutto per quanto riguarda il canale dello shop online che ha registrato una crescita del 55% nel 2020.
A conclusione della serata è intervenuto Fabio Bonetti, Direttore Tecnico amministrativo, per esporre il dettaglio degli importanti investimenti fatti negli ultimi anni e presentare il progetto di riqualificazione del centro termale, i cui lavori inizieranno a novembre, che è stato recentemente appaltato alla cordata trentina guidata dall’Impresa Collini S.p.a.

L’Azienda Consorziale Terme di Comano, di proprietà dei Comuni di Bleggio Superiore, Comano Terme, Fiavè, San Lorenzo Dorsino e Stenico, opera in tre settori. Quello sanitario, con l’ampia proposta di terapie termali a scopo curativo delle Terme di Comano, centro di riferimento italiano per la cura delle patologie della pelle. Quello ricettivo, con i servizi di ospitalità, cura e benessere del Grand Hotel Terme di Comano, struttura 4 stelle Superior. Quello della cosmesi termale, con la linea di prodotti a base di acqua termale utilizzati per la cura e la bellezza quotidiana della pelle.