PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (undicesima puntata format Tv)

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Con il Safer Internet Day 2017 (la Giornata mondiale della sicurezza in rete), in programma domani martedì 7 febbraio, torna il mese trentino per riflettere sulle opportunità e i rischi delle nuove tecnologie. “Be the change: unite for a better internet” è lo slogan della giornata, scelto a livello internazionale, per far riflettere i ragazzi e le ragazze non solo sull’uso consapevole della rete, ma anche sulla responsabilità di ciascuno nella realizzazione di contenuti veicolati sul web. Anche quest’anno l’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili con l’Assessorato a università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo, propone il Safer internet Month Trentino (Sim T), un percorso con iniziative rivolte a studenti, insegnanti e genitori con un approfondimento della questione di genere con Sidonne.

Alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative hanno partecipato Sara Ferrari, assessora a università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, Luciano Malfer, dirigente dell’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili, Giovanna Baldissera, responsabile dell’iniziativa per l’Agenzia per la famiglia, Daniela Longo, la difensore civico e garante dei minori della Provincia autonoma di Trento, Viviano Lupi. giornalista e scrittrice, autrice del testo “L’Amico gentile”, Giuseppe Piccione, regista della compagnia Kaos Teatri e Nicoletta Zanetti del Dipartimento della conoscenza.

Il Safer Internet Day (Sid), la Giornata mondiale della sicurezza in rete, è un evento annuale organizzato con il supporto della Commissione Europea da Insafe e Inhope, network impegnati rispettivamente nella promozione di un uso più sicuro e consapevole della rete e nel controllo di contenuti illeciti e a rischio per i minori. Si tiene nel mese di febbraio ed è finalizzato a promuovere un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani. Nel corso degli anni, il Sid è diventato un evento di riferimento per gli operatori del settore, le istituzioni le organizzazioni della società civile, arrivando a coinvolgere oltre 100 Paesi.

“Be the change: unite for a better internet” è lo slogan scelto per l’edizione 2017 per far riflettere i ragazzi in particolare sulla responsabilità nella realizzazione di contenuti veicolati tramite internet. Si svolgerà il 7 febbraio e in Italia il fulcro sarà a Roma, negli spazi espositivi della caserma Guido Reni, alla presenza di studenti e di rappresentanti di aziende, associazioni e istituzioni partecipanti all’Advisory Board di “Generazioni Connesse”. Come ogni anno, a partire dalla consapevolezza dell’urgenza di questi temi, l’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili con l’Assessorato a università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo, propone il Safer internet Month Trentino (Sim T), un percorso con iniziative rivolte a studenti, insegnanti e genitori con un approfondimento della questione di genere con SIDonne.

Quest’anno saranno coinvolti gli istituti comprensivi di Cles e della Valle dei Laghi – Dro; i licei A. Vittoria e A. Rosmini, l’istituto Sacro Cuore e scuola di grafica Artigianelli di Trento per un totale di circa 1.500 studenti. Per gli istituti comprensivi il percorso prevede tre tappe: la lettura del libro “L’Amico gentile” di Viviana Lupi, giornalista e scrittrice, che tratta del possibile futuro personale e relazionale permeato dalla tecnologia; a partire dal testo, la gara “Per un pugno di frasi” (sullo stile della trasmissione televisiva “Per un pugno di libri”); il laboratorio di analisi del testo per rafforzare la consapevolezza dei ragazzi sui rischi e le potenzialità della rete con il team di “Navigare a vista”, progetto di formazione e prevenzione della dipendenza e di altre patologie connesse all’uso di internet. Durante le attività verranno preparati dei pizzini che saranno poi utilizzati il 7 marzo, in un happening di improvvisazione dei ragazzi.

Gli studenti di scuola secondaria di secondo grado saranno invitati a leggere il testo “Bulli e Pupe” dello scrittore, medico, psicoterapeuta dell’età evolutiva Alberto Pellai per poi essere accompagnati in una riflessione sul tema delle relazioni di genere, cioè del ruolo di uomini e donne, e di come e quanto i social network amplifichino o modifichino questi temi. Nel convegno Sidonne del 6 marzo, focalizzato sul tema del Sid “Be the change: unite for a better internet for all”, Alberto Pellai incontrerà ragazzi e ragazze che gli mostreranno la loro interpretazione del testo (con scritti, video e altre performance) e che potranno dialogare con l’autore per approfondire la tematica. Inoltre, le scuole secondarie di secondo grado saranno coinvolte nel convegno finale del 7 marzo all’auditorium santa Chiara di Trento durante il quale sarà presentato il video ufficiale del Safer internet Month Trentino 2017 tratto dal testo “L’Amico gentile” oggetto di riflessione e realizzato dagli studenti del Liceo Vittoria.

 

*

Per ulteriori informazioni:

 

Sito Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili:

www.trentinofamiglia.it

 

Pagina Facebook Safer internet Month Trentino:

https://www.facebook.com/famigliaenuovetecnologie/

 

Sito italiano dell’iniziativa:

http://www.generazioniconnesse.it/site/it/safer-internet-day/

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa