OSPEDALE CAVALESE: BEZZI, LA GIUNTA PROVINCIALE GIOCA A GUARDIA E LADRI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Giacomo Bezzi) – Quello che sta succedendo relativamente alla chiusura del punto nascite dell’Ospedale di Cavalese è paragonabile a una bizzarra commedia tutta interna alla maggioranza e al Governo provinciale.…se non fosse che a rimetterci sono i cittadini di due valli trentine che, seppur meravigliose dal punto di vista dell’ambiente e fiore all’occhiello del turismo trentino, sono geograficamente distanti dalla città. Ragion per cui necessitano di un presidio ospedaliero di tutto rispetto, che risponda in maniera egregia alle esigenze di residenti e turisti: ciò che finora l’ospedale di Cavalese ha rappresentato.

La Giunta provinciale gioca a fare la guardia e i ladri, occupando tutti i ruoli in campo: un guazzabuglio di idee contrastanti di cui dovrebbero vergognarsi e che lascia tutti attoniti. Non si è mai visto un Governo provinciale che abbia due o tre linee diverse e sul territorio parla lingue e proposte diverse.

La dimostrazione di una mancanza assoluta di responsabilità pubblica da parte di Rossi, Zeni e Gilmozzi! Come opposizioni abbiamo presentato una responsabile proposta: “coalizziamoci con il Veneto e lottiamo per difendere la nostra Autonomia”

Ma in valle, c’è anche chi organizza le proteste e contemporaneamente recita le lodi di una parte del Governo provinciale. Sarebbe ora di cambiare questo ambiguo comportamento, ricordo a tutti che il carnevale è finito, andrebbero tolte le maschere di Pulcinella e Pinocchio da parte dei rappresentanti di maggioranza e governo, per dare risposte certe e sincere ai residenti che hanno tutto il diritto di conoscere la verità sulle reali intenzioni della Provincia.

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

170320 – CS_OSPEDALE DI CAVALESE,LA PROVINCIA SE LA SUONA E SE LA CANTA