PAT * IMPRESE MIGRANTI O RICHIEDENTI ASILO: APPORTATA LA CORREZIONE ALLA DELIBERA SUL SOSTEGNO ALLA IMPRENDITORIALITÀ INNOVATIVA

Nessuna specifica per imprese costituite da migranti o richiedenti d’asilo. Corretta la delibera sul sostegno alla imprenditorialità innovativa .

La Giunta provinciale ha provveduto oggi alla correzione della delibera relativa al bando con il quale, attraverso i fondi europei, viene sostenuta la nascita di imprese ad alto contenuto di innovazione.

Nella prima versione del bando era prevista una maggiorazione di incentivo in favore delle imprese costituite da migranti o richiedenti asilo.

Tale specificazione, come ha spiegato oggi durante la conferenza stampa post Giunta, il presidente della Provincia Ugo Rossi è stata cancellata in quanto inapplicabile, perché migranti e richiedenti asilo dovrebbero essere regolarmente iscritti al registro delle imprese della Camera di Commercio e quindi essere in possesso del permesso di soggiorno per lo svolgimento di attività autonoma.

“L’obiettivo dell’integrazione degli immigrati – ha spiegato Rossi – è importante e lo stiamo portando avanti con diverse iniziative, ma non può essere conseguito attraverso questo tipo di strumento. Per tali ragioni siamo intervenuti correggendo la delibera”.