PAT – GILMOZZI * INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA ‘ STRAORDINARIA BELLEZZA: ‘ ” MOMENTO DI GRANDE SODDISFAZIONE “

Inaugurata in Piazza Fiera la mostra dei fotografi soci sostenitori della Fondazione Dolomiti. Gilmozzi: ” ‘Straordinaria bellezza’ e reti di relazioni per camminare insieme”.

“Un momento di grande soddisfazione perchè da anni collaboriamo con il TrentoFilm Festival e con la Sat in maniera eccelente – ha detto l’assessore Gilmozzi intervenendo all’inaugurazione della mostra ‘Straordinaria bellezza’ -.

La sfida più grande per Dolomiti Unesco è dare concretezza a progetti lungimirante. Dopo quasi 10 anni dal riconoscimento Unesco, di strada se n’è fatta molta. Il I° esempio in cui 5 province autonome e 3 regioni, si sono date regoli comuni; con l’approvazione del piano di gestione delle Dolomiti, c’è la prima idea di una politica sovraregionale dei territori alpini. Non è sempre facile, bisogna sempre essere coerenti con le linee direttive. Nel mondo c’è una piccola zona, quella dolomitica, che crede alla possibilità di costruire rapporti e relazioni insieme”.

A parlare per primo, il ‘padrone’ di casa, vale a dire il neopresidente Mauro Leveghi che oggi ha aperto il suo primo Trento Film Festival. “Trento Film Festival ha un carattere internazionale, sempre stata la sua storia e questa è la sua caratteristica permanente, ma il territorio dove è nato e si è sviluppato è l’ambiente dolomitico. A maggior ragione quindi la collaborazione con la Fondazione Unesco ha anche lo scopo di valorizzare il patrimonio umano, di risorse umane, le persone che vivono in questo territorio. Il Trento Film Festival vuol esser una sorta di campo base, anche per questo”

“Progetti concreti che vanno olte le dichiarazioni di intenti e stanno diventando realtà – ha continuato l’assessore Gilmozzi – . E questa mostra fa parte di questa concretezza. Cinque fotografi provenienti dai vari territori, sono divenuti soci fondatori della Fondazione e hanno messo a disposizione la loro competenza e la loro professionalità per contribuire a promuovere, appunto, la straordinaria bellezza delle Dolomiti Unesco”

L’assessore all’ambiente Mauro Gilmozzi ha voluto ringraziare il personale del Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale guidato da Innocenzo Coppola e in particolare Claudio Marconi e tutti i collaboratori che hanno realizzato un allestimento così ben curato.

Ha poi preso la parola Marcella Morandini, direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, che ha ringraziato i fotografi sostenitori, la Provincia autonoma e il Trento Film Festival che “sono l’anima di questa mostra e si si sono messi a disposizione questa volta ma anche tante altre volte, si sono resi disponibili a rendere tangibile l’opportunità del riconoscimento Unesco.

I sostenitori della Fondazione sono 150, enti, associazioni, Comuni ma anche privati. Le fotografie che vedete sono il messaggio che emerge con forza, non solo una fotografia per sistema ma cinque fotografi che rappresentano tutta la regione dolomitica, dal Trentino al Friuli Venezia Giulia. Insieme siamo più forti anche nel superamento dei confini. Un fotografo altoatesino ha fotografato i sistemi dolomiti veneti e via di seguito. Nella fruizione delle Dolomiti i confini non vengono percepiti, è il messaggio forte che segna la strada delle nostre atiività e di tutti i soggetti che rendono tangibili il riconoscimento”

In rappresentanza dei fotografi Alessandro Caon, Moreno Geremetta, Nicolò Miana, Patrick Odorizzi, Andreas Tamanini e Georg Tappeiner ha paralatoquest’ultimo, Georg Tappeiner “Sono socio sostenitore perchè mi sta a cuore la montagna e trovo molto importante ciò che la Fondazione sta facendo se poi ciò significa questa mostra, per un Festival così importantee in una città così bella, allora metto ancora più volentieri le mie fotografie a disposizione della straordinaria bellezza delle Dolomiti”

La mostra “Straordinaria Bellezza” sarà visitabile per tutta la durata del Trento Film Festival in piazza Fiera con un’illuminazione anche notturna.