OSPEDALE ARCO (TN): CIA, DISAGI E SCOMODITÀ PER I PAZIENTI NEL CICLO DI DIALISI?

(Fonte: Claudio Cia) –  Disagi durante il ciclo di dialisi ad Arco? Da un recente invito ad occuparmi della situazione degli utenti bisognosi di ciclo di dialisi presso la struttura ospedaliera di Arco, sono venuto a conoscenza che sembrano essere presenti dieci letti utilizzati dai pazienti stessi.

Di questi solo due sarebbero motorizzati e quindi dotati di pulsantiera gestibile autonomamente dall’utenza durate il ciclo di emodialisi che dura mediamente circa quattro ore.

Si riferisce che il personale incaricato per l’assistenza utilizzi parte del proprio tempo lavorativo ad assecondare manualmente le esigenze posturali dei pazienti coricati sui rimanenti otto posti letto.

Gli stessi pazienti, costretti per ore all’immobilità, lamenterebbero il loro disagio nel ripetuto bisogno di contattare gli operatori per ottenere in itinere un miglior conforto di posizione.

Essi si farebbero pure scrupolo e riguardo nel richiedere ripetuto aiuto nell’alleviare la loro scomodità che a volte sconfina con dolori derivanti da postura.

 

 

I​n allegato riporto l’interrogazione firmata dal sottoscritto e dal Cons. Nerio Giovanazzi​

 

Disagi durante il ciclo di dialisi ad Arco

 

 

 

 

Foto: archivio Pat