LIBERI E UGUALI – TRENTINO * AMMINISTRATIVE 2018: ” CARO GHEZZI, CI DISPIACE SAPERE CHE AD UN PERCORSO DA FARE INSIEME PREFERISCI ALLEANZE CON CHI VEDE IL FUTURO IN MODO DIVERSO “

Caro Paolo Ghezzi, noi di LeU siamo onorati della stima che ci hai tributato e del riconoscimento attribuito alla validità delle idee e del programma di LeU per il nostro Trentino.

Questo è il programma che continueremo a portare avanti e con il quale ci presenteremo alle elezioni, insieme a chi condivide il nostro progetto di “Il Trentino che vogliamo”.

Non si tratta di piantare la bandierina, non chiudiamo le porte in base ai nomi, non amiamo il tatticismo aritmetico. Vogliamo aprire un percorso di cooperazione su idee portanti, su programmi plausibili e innovativi.

Con determinazione vogliamo contribuire a dare alla nostra autonomia la capacita di saper interpretare e gestire le urgenze anche drammatiche del momento, sul piano ambientale, sociale, umanitario.

Se la diversità può essere una ricchezza, la sommatoria di visioni antitetiche sul rapporto uomo/ambiente naturale, sulla gestione delle risorse e sulle priorità di spesa, sull’etica del lavoro e la gestione dei beni pubblici non può funzionare.

Ci dispiace quindi sapere che ad un percorso da fare insieme preferisci, sembra, condurre i tuoi sostenitori ad alleanze con chi vede il futuro del Trentino in modo drasticamente diverso: cosa pensi del consumo di suolo? cosa ritieni di fare contro la PIrubi e la Tav e per la mobilità sostenibile? pensi di combattere la strisciante privatizzazione della sanità pubblica e dei beni comuni?

Non devi rispondere a noi di LeU, ma a quelli che si propongono quali tuoi sostenitori…

Noi cerchiamo risposte rassicuranti, proponiamo azioni incoraggianti, realisticamente attuabili nell’immediato e capaci di prefigurare e predisporre quanto deve essere fatto in futuro e di questo ti avevamo chiesto di farti carico come candidato presidente.

 

*

Renata Attolini

Comitato Promotore di Liberi e Uguali del Trentino