CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * PRIMA COMMISSIONE: ULTIMA AUDIZIONE PER LA MANOVRA DI ASSESTAMENTO DEL BILANCIO PROVINCIALE PROPOSTO DALLA GIUNTA

Ultima audizione stamane per la Prima Commissione alle prese con la manovra di assestamento del bilancio provinciale proposto dalla Giunta.

Per il Consiglio delle autonomie locali – Consorzio dei Comuni, il presidente Paride Gianmoena, ha sintetizzato un documento (allegato) che esprime un’ampia condivisione nei confronti del disegno di legge. I Comuni si sono visti recepire le principali richieste già sottoposte all’esecutivo.

In particolare sul personale – ha ricordato Gianmoena – dopo il riassetto dei Comuni e delle Comunità di valle, il Cal considera molto positiva la norma che permette di anticipare, in vista di pensionamenti, la presentazione di bandi di concorso per sostituire i dipendenti in uscita con assunzioni a tempo indeterminato. Il Consorzio potrà inoltre assumere personale da destinare poi ai Comuni che ne hanno la necessità per determinati periodi di tempo.

L’altra novità molto importante per il Cal riguarda gli avanzi di amministrazione che una norma dell’assestamento permette di “liberare”. Gianmoena ha definito il provvedimento “una boccata di ossigeno per le amministrazioni locali, perché si tratterebbe di 70 milioni di euro dell’anno scorso e di 50 di quest’anno.

Il provvedimento consentirà alle amministrazioni locali di computare queste risorse nelle entrate per il pareggio di bilancio. Bene anche la stabilizzazione dei rapporti di lavoro per le persone che hanno già operato nelle pubbliche amministrazioni.

Gianmoena ha infine segnalato poi la richiesta richieste di semplificazione proposte dal Cal sul tema dei lavori pubblici in merito alle convenzioni Consip riguardanti l’acquisto del carburante. Questione, ha sottolineato Gianmoena, “molto sentita dai Sindaci”.

I lavori della Commissione proseguono anche con la partecipazione del presidente della Giunta Ugo Rossi, con l’avvio dell’esame degli articoli del ddl 232 sull’assestamento di bilancio e degli emendamenti presentati. Il voto finale dell’organismo è previsto entro oggi.