PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Giornata dell'Autonomia (5/9/2019)

- video Tv integrale -

La Fondazione Crosina Sartori Cloch di Trento, Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, ha pubblicato un Bando di gara pubblica per l’affitto di fondi rustici e immobili siti in Trento, C.C. Mattarello e Ravina, loc. Maso Nogarole, e C.C. Ravina, loc. Maso Giuliani, Belvedere, Zanchetta e Maso Bianchi.

Si tratta di un’azienda agricola composta di due distinti corpi, uno in località Nogarole, dove insistono piante da frutta (mele) e l’altro in località Maso Giuliani, Belvedere, Zanchetta e Maso Bianchi a Ravina, i cui fondi agricoli sono coltivati a vite, a pergola e a casarsa. Presso i fondi in località Nogarole sono presenti inoltre alcuni fabbricati a diretto servizio dell’attività agricola. La superficie complessiva di oltre 56 ha fa dell’azienda una delle più estese della Provincia di Trento.

Il bando prevede l’assegnazione dei fondi rustici per un periodo di 15 annate agrarie, a partire dall’11 novembre 2019, mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa previsto dalla normativa provinciale sui contratti pubblici, che attribuisce un punteggio decrescente ai seguenti fattori:

a) incremento delle dimensioni dell’azienda per il raggiungimento della dimensione minima aziendale prevista nel piano di sviluppo rurale della Provincia per accedere agli aiuti per l’insediamento di giovani agricoltori

b) modalità di produzione adottate sul fondo rustico, con particolare riguardo alle produzioni biologiche, di qualità e alla vocazione colturale del luogo e del Trentino

c) incremento della produzione agricola mediante la coltivazione di fondi confinanti

d) sviluppo dell’agriturismo da parte degli operatori agrituristici come definiti dalla L.P. 19.12.2001, n.10

e) canone di affitto.

Il canone di affitto posto a base d’asta è pari a euro 118.800,00, secondo la perizia di stima fatta realizzare dalla Fondazione, che ha “fotografato” lo stato attuale dei fondi.
Con l’affitto dei fondi agricoli la Fondazione Crosina Sartori Cloch si pone come obiettivo principale la salvaguardia nel tempo del valore e della redditività dei terreni che fanno parte del proprio patrimonio, mantenendone invariato l’utilizzo ai fini agricoli, come attualmente in atto. Il patrimonio immobiliare della Fondazione, infatti, costituisce la principale fonte di reddito per reperire le risorse necessarie al perseguimento dei propri fini statutari.

Possono partecipare alla gara, presentando apposita offerta, tutti gli interessati (persone fisiche o persone giuridiche, anche in forma plurisoggettiva) in possesso dei requisiti di cui alla L. n. 203/1982 sui contratti agrari. Le offerte dovranno pervenite alla Fondazione entro e non oltre le ore 12.30 di lunedì 10 giugno 2019. È previsto un sopralluogo preventivo obbligatorio per poter presentare validamente le offerte.

Il subaffitto dei fondi è in via generale vietato, come previsto dalla normativa sui contratti agrari (L. 203/1982). tuttavia, nell’ipotesi in cui risulti assegnataria una cooperativa o associazione agricola, la stessa potrà assegnare, in tutto o in parte, in subaffitto i terreni oggetto del bando esclusivamente ai propri soci o associati.

Il bando di gara e la documentazione complementare sono disponibili presso la sede della Fondazione in Via Bruno De Finetti n. 24 a Trento e sul sito internet istituzionale www.fondazione-csc.it, Sezione Bandi e avvisi pubblici.