CODACONS * TRASMISSIONE CANALE 5 ‘ TU SI QUE VALES ‘: SMENTIAMO ATTI DI BULLISMO DURANTE IL PROGRAMMA “

Il Codacons interviene sul caso della trasmissione di Canale 5 “Tu si que vales”, al centro nei giorni scorsi di polemiche relative a comportamenti assunti nei confronti dei concorrenti.

Circola infatti da diversi giorni la notizia secondo cui Maria De Filippi, giudice del programma, sarebbe stata denunciata per presunti atti di intimidazione e bullismo perpetrati, nel corso della registrazione di una puntata di “Tu si que vales”, ai danni di due concorrenti: Nunzia e Frank.

Ebbene il Codacons, che attraverso i propri rappresentanti è presente a tutte le fasi della trasmissione per garantire correttezza e trasparenza nei confronti dei telespettatori, e che ha assistito all’episodio in questione, smentisce categoricamente qualsiasi atteggiamento violento, illegittimo o irregolare nei confronti dei concorrenti.

In particolare l’associazione, nella persona dell’avv. Mariangela Servino presente in studio il giorno dell’episodio oggetto di contestazione, conferma che nessuno dei comportamenti denunciati è stato posto in essere dalla sig.ra De Filippi o da chi per lei; al contrario atteggiamenti poco rispettosi sarebbero stati adottati dai due concorrenti nei confronti del pubblico presente e della produzione, corredati peraltro da parolacce e gestacci. Dinanzi a tali comportamenti la signora De Filippi, gli altri giudici e la produzione hanno comunque lasciato notevole spazio e tempo ai due concorrenti per potersi ravvedere dei comportamenti non consoni assunti, ed eventualmente spiegarsi e scusarsi.

Pertanto il Codacons garantisce che quanto contestato a Maria De Filippi è a dir poco fantasioso per non dire offensivo nei confronti dei destinatari della denuncia e annuncia che qualora le iniziative legali dovessero proseguire nelle sedi giudiziarie l’associazione interverrà con i propri avvocati al fianco della conduttrice TV e della produzione.