Giuseppe Varagone Segretario Provinciale della UIL FPL sanità interviene in merito a quanto appreso oggi sui quotidiani locali riguardo l’aumento salariale dato al Dirigente generale del Dipartimento Salute e Politiche Sociali Gianfranco Ruscitti con delibera Provinciale di Marzo.

Questo suona come l’ennesimo schiaffo morale a Tutti i Professionisti della sanita’ Trentina quali Medici, Infermieri, Tecnici Sanitari, OSS, Autisti del 112 ecc. che ogni giorno operano nelle varie Unità Operative, spesso a “lottare “ per un DPI o una mascherina  mettendo a repentaglio il loro stato di salute e quello dei famigliari, vengono elogiati sono con parole dal Presidente Fugatti e da tutto lo staff della dirigenza dell’Apss.

Come UIL FPL Sanità abbiamo più volte in questi mesi richiesto incentivi economici a tutto il personale coinvolto alla gestione COVID-19, e ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta concreta.

Oggi ci siamo attivati ad inoltrare l’ennesima richiesta con una lettera al Presidente della Giunta Provinciale e all’Assessore alla Salute e alle Politiche Sociali che venga riconosciuto un premio economico senza precedenti, con la speranza che la Giunta Provinciale dia una risposta celere a Tutti i Lavoratori come è avvenuto con il Dirigente Generale del Dipartimento Salute e Politiche Sociali.

 

 

*

Giuseppe Varagone

Segretario Provinciale UIL FPL Sanità