Coronavirus: Assessorato e Dipartimento istruzione precisano. In relazione alle esternazioni apparse su alcuni quotidiani locali di ieri, in cui si afferma che durante la fase di emergenza sanitaria per la pandemia in corso, “Provincia e Dipartimento avrebbero abdicato al ruolo di regia…”, nel rispetto di tutti coloro che a vario titolo si stanno prodigando per affrontare in maniera scrupolosa la risoluzione delle diverse necessità che un evento così straordinario impone, Assessorato e Dipartimento sentono l’obbligo di precisare quanto segue.

– l’Amministrazione scolastica si è adoperata sin dai primi provvedimenti d’urgenza affinché le scuole avessero i riferimenti operativi per lo svolgimento delle attività, sia dal punto di vista della didattica sia da quello dell’organizzazione più generale della scuola;

– numerose sono state le note, non solo gestionali, inviate alle scuole e per ottenere il massimo coordinamento tra gli attori del sistema scolastico. Vivoscuola ha pubblicato tempestivamente le principali comunicazioni rivolte alle istituzioni scolastiche;

– il portale Vivoscuola ha offerto una ricca sezione di risorse e strumenti per garantire a tutti gli studenti condizioni di apprendimento a distanza ottimale;

– sono stati messi a disposizione vademecum e indicazioni non solo operative e per le attività didattiche a distanza, soprattutto per facilitare gli alunni che non dispongono di un dispositivo adeguato, attivando in tal senso anche canali straordinari per assicurare la strumentazione necessaria;

– IPRASE ha in corso, a giorni alterni, diversi webinar rivolti a dirigenti/direttori e personale di staff delle Istituzioni scolastiche e formative provinciali (circa 110 le persone collegate al primo incontro svoltosi martedì 24 marzo), aventi come focus temi di particolare attualità come: “Linee guida per la scuola in cloud”; “Riunioni collegiali a distanza – istruzioni per l’uso”; “La didattica a distanza nel I ciclo”; “La didattica a distanza nel II ciclo”; “Verifiche e valutazione a distanza nel I ciclo”; “Verifiche e valutazione a distanza nel II ciclo”; sono state inoltre intensificate le attività di formazione a distanza sulla scuola inclusiva per docenti di sostegno e assistenti educatori.

– inoltre, per fornire ulteriore supporto, IPRASE ha messo a disposizione tecnici specializzati, che tengono delle live session gratuite atte a illustrare il funzionamento delle piattaforme e software per la collaborazione da remoto e lo smart working per accompagnare le Istituzioni scolastiche nella progettazione di attività didattiche a distanza attraverso l’utilizzo di sistemi innovativi e certificati.

Come si può vedere un’attività intensa, che potrà e dovrà essere intensificata e migliorata nelle prossime settimane, ma che ha principalmente lo scopo di sostenere le scuole nello sforzo straordinario di mantenere in questa fase di emergenza un servizio scolastico in grado di accompagnare la comunità trentina in questo momento di grande difficoltà.