VIDEONEWS & sponsored

(in )

DE GODENZ (UPT) – INTERROGAZIONE * OSPEDALE DI FIEMME: « LA GIUNTA PAT INTENDE METTERE ALLO STUDIO LA POSSIBILITÀ DI VELOCIZZARE I TEMPI DI TRASFERIMENTO DEI TAMPONI DA CAVALESE A TRENTO? »

Sollecitato da alcune segnalazioni, il consigliere De Godenz ha deciso di depositare alcuni giorni fa una interrogazione a risposta scritta riferita alla sanità e in particolare alle tempistiche di controllo dei tamponi presso l’ospedale di Fiemme e alla conseguente necessità di velocizzare il più possibile gli stessi onde permettere un più agevole ingresso degli utenti alla struttura e alle cure necessarie.

“Nelle scorse settimane” esordisce il consigliere di Tesero “sono state segnalate da alcuni cittadini problematiche riferite alle tempistiche di accesso all’ospedale di Fiemme e, secondo quanto riferito, l’ingresso al nosocomio sarebbe caratterizzato, in alcuni casi, da tempi molto lunghi dovuti alle tempistiche di rilevazione del virus Covid-19.”

“La procedura di ammissione risulta essere la seguente” prosegue De Godenz “appena giunte in Pronto Soccorso le persone vengono sottoposte a triage e a tampone antigenico, dovendo poi aspettare in astanteria il risultato dello stesso prima di poter accedere alla struttura sanitaria. I tamponi, sempre a quanto riferito, vengono però inviati a Trento per la verifica solo in due momenti della giornata: alle 10 del mattino e alle 18 della sera. Pertanto, risulta evidente come dal momento dei controlli in accesso rischi di passare molto tempo prima che il paziente possa accedere alla struttura ed essere sottoposto alle cure necessarie.”

“Pur capendo e confermando la necessità di tutelare nel miglior modo possibile utenti e personale dell’ospedale, seguendo alla lettera i protocolli anti-covid” sottolinea il consigliere “resta evidente come si riveli estremamente problematico, soprattutto nel caso di malesseri e situazioni di salute precarie, dover attendere in alcuni casi svariate ore prima di poter essere completamente visitati, curati ed eventualmente trasferiti al reparto di competenza. Perciò, appare necessario innanzitutto un controllo delle tempistiche sopra riportate con il fine di migliorare e soprattutto velocizzare, laddove possibile – valutando ad esempio il ricorso a tampone rapido – le procedure di controllo in accesso al Pronto soccorso di Cavalese”

Tutto ciò premesso, Pietro De Godenz interroga la Giunta provinciale per sapere se la stessa intenda, fermo restando il dovuto rispetto delle norme anti Covid, mettere allo studio la possibilità di velocizzare i tempi di trasferimento dei tamponi da Cavalese a Trento onde permettere una più veloce ospedalizzazione dei pazienti.

“Attendiamo ora la risposta scritta” dichiara il consigliere “con l’auspicio che, sempre in piena sicurezza per cittadine, cittadini e personale sanitario – lo voglio sottolineare ancora una volta – si riesca a migliorare le tempistiche dei servizi. Purtroppo la pandemia non è ancora conclusa ma non dobbiamo mai abbassare la guardia, continuando a trovare soluzioni sempre più efficaci. Essere tempestivi nel trasporto da e per Trento dei tamponi provenienti da Cavalese – così come da altri ospedali territoriali che riscontrassero necessità simili – sarà certamente un elemento positivo nella lotta al Covid-19” ha concluso De Godenz

*

cons. Pietro De Godenz