«Quale futuro per Trento Expo?»

Intervista a Milo Marsilli - Presidente Keeptop fiere

Domani dalle 9.00 a Palazzo Roccabruna un convegno per fornire ad imprese, associazioni di categoria ed istituzioni locali un quadro completo del sistema di tutele giuridiche in fatto di certificazioni alla luce delle più recenti disposizioni normative.

Un nuovo tipo di marchio ha fatto di recente il suo ingresso nella famiglia dei marchi comunitari. Si tratta del “marchio di certificazione” che può essere depositato da chi abbia lo scopo di certificare prodotti o servizi idonei a soddisfare determinati requisiti, dettati, a seconda dei casi, dal materiale, dal procedimento di fabbricazione, dalla qualità o da altre peculiarità.

L’universo delle certificazioni si arricchisce così di un nuovo strumento di salvaguardia con caratteristiche specifiche, distinte da quelle dei marchi collettivi e delle indicazioni geografiche. Per fornire una bussola che possa aiutare ad orientarsi nel mondo della tutela della proprietà industriale, la Camera di Commercio di Trento organizza domani, 23 ottobre, un seminario dal titolo “Il marchio collettivo, di certificazione e le indicazioni geografiche tipiche” che si terrà a partire dalle ore 9.00 nella sede di Palazzo Roccabruna. Il tema interpella direttamente gli attori economici di un territorio come il nostro che è chiamato a rapportarsi con le nuove normative per valorizzare l’eccellenza delle proprie produzioni.

Interverranno la dott.ssa Rachele Macor, esperta nel settore della proprietà intellettuale, con una relazione dal titolo Marchio collettivo o di certificazione: differenze e similitudini in vista della conversione; l’avv. Stefano Pajola, che relazionerà sul tema Rapporto tra marchi e indicazioni geografiche ed infine il dirigente camerale dell’area Promozione e sviluppo del territorio, dott. Michele Passerini che affronterà il tema dei marchi collettivi portando ad esempio l’impegno dell’Ente nella valorizzazione dei formaggi d’alpeggio.