EX DIPENDENTI MARANGONI: FUGATTI, QUANTI AD OGGI HANNO TROVATO IMPIEGO?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Maurizio Fugatti) – Nella risposta all’interrogazione n.1890/XV, presentata dal Gruppo Lega Nord Trentino in data 06.08.2015, l’Assessore Olivi dichiarava “Con decorrenza 24 agosto 2015, tutti i 289 lavoratori dello stabilimento di Rovereto della Marangoni spa, non aventi qualifica dirigenziale, sono stati autorizzati alla Cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale della durata di un anno. Durante la consultazione sindacale (verbale sottoscritto il 14 agosto 2015) l’esubero strutturale è stato quantificato in 50 lavoratori. Per la gestione degli esuberi, preso comunque atto che una parte dei lavoratori raggiungerà i requisiti per il pensionamento entro il termine della Cigs, è stato previsto di:

– offrire incentivi all’esodo;

– valutare eventuali richieste di ricollocazione in altri insediamenti produttivi del gruppo;

– predisporre, con la collaborazione degli Enti territoriali, un «piano sociale» volto anche alla ricerca di un’eventuale diversa collocazione del personale eccedente, anche con riferimento alle azioni contenute nel Documento degli interventi di politica del lavoro della Provincia autonoma di Trento.

Le recenti comunicazioni, da parte aziendale, in merito al peggioramento delle condizioni che hanno imposto il ricorso all’intervento CIGS in essere, con ulteriori, negativi impatti sull’esubero di personale originariamente quantificato in circa 50 unità, comportano una intensificazione dell’impegno che la Giunta provinciale, ed in particolare l’Assessorato allo Sviluppo economico e lavoro, già stanno dedicando nel monitorare l’evoluzione del gruppo Marangoni.

Quanto sopra anche sulla base dell’impegno derivante dall’ordine del giorno n. 176 approvato dal Consiglio provinciale nella seduta del 18 dicembre 2015, che prevede in particolare che la Giunta provinciale promuova la predisposizione da parte di Marangoni S.p.A. di un “piano sociale”, mettendo in campo tutta la strumentazione provinciale prevista in materia, ivi compresi gli interventi contemplati nel vigente Documento degli interventi di politica del lavoro, con la primaria finalità di contenere gli esuberi di personale che si dovessero manifestare e comunque favorire il massimo ricollocamento possibile del contingente di personale in eccedenza.”

E’ ormai trascorso un anno dalla risposta fornita al nostro documento (24.03.2016) ma la situazione appare ad oggi drammatica visto che gli ex lavoratori Marangoni ad oggi sarebbero soli e privi di un’occupazione. Le promesse della Provincia di accompagnare questi ultimi in un percorso di professionalizzazione istituendo un tavolo tecnico ad hoc con l’obiettivo di monitorare le aziende con possibilità occupazionale sarebbero rimaste soltanto sulla carta. Il tutto a discapito degli ex dipendenti che tra cinque mesi vedranno concludere anche la mobilità.

Seppur vero che l’Agenzia del Lavoro sta seguendo gli ex lavoratori Marangoni, le azioni intraprese non paiono avere quella forza necessaria a sbloccare la situazione; l’assegnazione di un voucher per la stesura del bilancio di competenze in agenzia interinale e un corso non possono certo essere definiti come iniziative utili alla ricollocazione in tempi brevi.

 

Tutto ciò premesso, si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

 

-) Se corrisponde al vero che la Provincia non ha mai istituito un percorso di professionalizzazione rivolto agli ex lavoratori Marangoni e un tavolo tecnico ad hoc con l’obiettivo di monitorare le aziende con possibilità occupazionale e, se sì, per quale motivo;

-) Quanti ex dipendenti Marangoni ad oggi abbiano trovato un impiego;

-) Considerato che tra pochi mesi la mobilità finirà, cosa si intende fare affinché queste persone possano trovare una collocazione nel mondo lavorativo;

-) Visti gli impegni presi, se l’amministrazione provinciale intenda onorarli.

 

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

 

 

 

In allegato l’interrogazione contenuta nel comunicato stampa:

170315 – int Marangoni – MF

 

 

 

 

Foto: archivio Consiglio provinciale Pat