PARCO NATURALE ADAMELLO BRENTA * UNESCO GLOBAL GEOPARK: DOMANI I DUE VALIDATORI ASSISTERANNO IN VAL DI TOVEL ALLE OPERAZIONI DI GESTIONE DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE

In questi giorni il Parco naturale Adamello Brenta Geopark è oggetto di verifica ispettiva per la rivalidazione del riconoscimento a Unesco Global Geopark. Sono infatti arrivati ieri in Val Rendena i due esperti inviata dalla Rete Mondiale dei Geoparchi Unesco: Manfred Kupetz, del Muskauer Faltenbogen Unesco Global Geopark con sede a Döbern in Germania, e Richard Watson, del Marble Arch Caves Unesco Global Geopark con sede a Enniskillen nell’Irlanda del Nord.

Si tratta della terza rivalidazione del riconoscimento di Geoparco all’Adamello Brenta che è stato ottenuto in prima battuta il 26 giugno 2008 sotto l’egida dell’Unesco, confermato nel 2012 e poi nel 2016, dopo che nel 2015 il Geoparco è diventato programma Unesco al pari del Patrimonio dell’Umanità e del Man and Biosphere. Nell’ultima verifica, tuttavia, erano stati chiesti all’Adamello Brenta ulteriori sforzi nella logica di miglioramento continuo delle certificazioni, ed era stato dato il via libera con una sorta di “cartellino giallo”. Ecco perché questa terza verifica ispettiva si ripresenta a soli due anni dall’ultima.

I due ospiti si fermeranno fino a venerdì e, sempre affiancati dalla geologa Vajolet Masè, saranno accompagnati a conoscere il territorio dell’area protetta e ad incontrare alcuni dei suoi protagonisti. Ieri sera sono stati accolti dal presidente del Parco Joseph Masè per una piccola cerimonia di benvenuto presso l’Hotel Bellavista di Giustino, dove i valutatori hanno potuto conoscere subito il progetto Qualità Parco a cui la struttura aderisce, insieme ad altre 33 strutture ricettive nell’area Parco.

Questa mattina, dopo un inquadramento specifico sulle attività condotte dall’ultima rivalidazione ad oggi presso la sede del Parco a Strembo con alcuni dipendenti, Kupetz e Watson sono stati ricevuti nella sede di Apt a Madonna di Campiglio dal presidente Adriano Alimonta e dal direttore dell’area eventi Matteo Bonapace con i quali hanno accertato lo stato di avanzamento dell’organizzazione della 8° Conferenza internazionale dei Geoparchi mondiali Unesco in programma a Madonna di Campiglio dall’8 al 14 settembre 2018.

Per pranzo sono stati ospiti allo Spinale del presidente delle Regole di Spinale e Manez, Luca Cerana, per conoscere come il Parco si relaziona con la particolare gestione della proprietà collettiva dei terreni vigente in queste aree del Brenta da secoli. Dallo Spinale sono quindi partiti in escursione nel cuore delle Dolomiti di Brenta.

Destinazione di domani sarà invece la Val di Tovel dove i due validatori potranno assistere alle operazioni di gestione della mobilità sostenibile nella valle che da quest’anno limiterà ulteriormente gli accessi con mezzo privato privilegiando il servizio di trasporto pubblico.

In tarda mattinata, incontreranno il dirigente del Servizio geologico della Provincia, Mauro Zambotto, e il funzionario Alfio Viganò. Dopo il pranzo con Gloria Concini, assessore del Comune di Ville d’Anaunia e del Parco, è previsto l’incontro con Massimiliano Tardio, ricercatore del Muse, che da anni collabora con il Parco nella ricerca scientifica relativa al famoso fenomeno di arrossamento del lago. Tardio illustrerà le modalità con cui dalla ricerca si arriva alle attività di interpretazione ambientale che sono proposte ogni giorno d’estate ai turisti.

Intorno alle 16.00 è in programma l’incontro con Marcella Morandini, direttore della Fondazione Dolomiti Unesco, in zona Ritort, dove sarà a breve realizzato uno dei “Balconi delle Dolomiti”: un punto di osservazione panoramico e informativo sulle Dolomiti che viene proposto nei 9 siti che compongono il Patrimonio dell’Umanità con il finanziamento della Fondazione.
Durante la cena con il presidente Masè, incontreranno Michele Cereghini con Albert Ballardini e Matteo Leonardi con Tullio Serafini, sindaci e vicesindaci rispettivamente di Pinzolo e di Tre Ville, i due comuni su cui si estende l’abitato di Madonna di Campiglio, per proseguire la verifica del coinvolgimento del territorio nell’organizzazione della Conferenza internazionale di settembre.

Giovedì i validatori si recheranno presso il Centro Anffas e Laboratorio sociale di Tione con cui il Parco ha stretto un accordo per la realizzazione di mille gadget da omaggiare ai delegati mondiali che parteciperanno alla conferenza. Immancabile sarà poi la visita alla Casa del Parco Geopark di Carisolo e da lì i validatori saranno ricevuti in località Antica Vetreria da Manuela Bonfioli, discendente della famiglia di vetrai e presidente della Fondazione Maria Pernici con cui il Parco collabora per far rivivere l’atmosfera antica di quando qui nel 1800 si producevano manufatti in vetro grazie all’estrazione del quarzo in Val Genova.

Il programma si concluderà con un ultimo incontro presso la sede del Parco tra i valutatori e lo staff per raccogliere un’impressione generale sulla visita. L’esito della rivalidazione verrà reso ufficiale proprio durante la Conferenza di settembre a Campiglio.