FESTA HALLOWEEN: MUSE TRENTO, VA IN SCENA IL CRIMINE LA NOTTE DEL 31 OTTOBRE

(Fonte: Ufficio stampa Muse) – Delitto al Muse? Al Museo delle Scienze la prima cena con delitto, per una notte di Halloween nel segno del giallo 31 ottobre, ore 20.00, con la partecipazione del noto criminologo Massimo Picozzi.

Una notte pazza, con tanto di delitto e indagini investigative: martedì 31 ottobre, per la festa di Halloween, il Muse-Museo delle Scienze di Trento propone Delitto al Muse? un gioco intrigante e decisamente avvincente dalle accese colorazioni di giallo, dove nessuno può essere escluso dai sospettati.

Un nuovo e curioso format, una novità assoluta per il Museo: con un ospite d’eccezione, il criminologo, psichiatra e scrittore italiano Massimo Picozzi. Solo per chi non ha paura di mettersi in gioco!

Nella notte di Halloween, al Muse, va in scena il crimine. Un evento misterioso, molti indizi, alcuni depistaggi e un solo colpevole, da scovare il prima possibile per assicurarlo alla giustizia.

In Delitto al Muse? tutto l’edificio sarà allestito per un’attività a metà tra il gioco di ruolo, il teatro-scienza e il laboratorio scientifico.

Visitare le sale del museo, parlare con i presenti e raccogliere, scovandoli, gli indizi nascosti.

Abbracciare il mistero e il senso di vertigine che ogni enigma porta con sé, divertirsi fra amici provando un’esperienza nuova.

Il Muse si trasforma nel teatro di un “presunto” delitto dove ogni invitato è chiamato a trasformarsi in un attento investigatore.

Una serata dal sapore inedito, fra false piste, incontri particolari, colpi di scena e scoperte entusiasmanti: è questo il mix che attende i partecipanti della prima cena con delitto al museo.

Sarà un grande gioco collettivo, aperto a 600 persone che abiteranno la scena del delitto e si muoveranno nelle sale del museo alla ricerca della soluzione del caso.

Ad aiutare – o forse depistare – il pubblico un ospite d’eccezione come Massimo Picozzi, da decenni uno dei massimi esperti dei percorsi della mente criminale. Al termine del gioco, Picozzi sarà anche al centro di un dialogo con il pubblico in cui si parlerà della mente criminale.

La cena al Muse sarà anche l’occasione per gustare un menù curato fin nei minimi dettagli.

A conclusione di una serata che si prospetta ad altissima tensione il pubblico si potrà scatenare sulle note del video jukebox, nella lobby del museo.

Durante la serata, laboratori di ricerca aperti, corner scientifici e approfondimenti dedicati ai mammiferi in occasione di “M’Ammalia, la Settimana dei mammiferi” promossa dall’Associazione Teriologica Italiana onlus (Atit) e realizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (Anms).

Massimo Picozzi è uno psichiatra, saggista e criminologo italiano.

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia, si specializza in psichiatria, criminologia e sessuologia clinica.

Dall’anno successivo è direttore sanitario in istituti penitenziari; poi è dirigente medico ospedaliero fino al 1999.

Dal 2000 è responsabile della sezione di psicologia investigativa e psicopatologia delle condotte criminali dell’Università di Parma, e dall’anno successivo è docente del primo corso di Specializzazione in Psicologia Investigativa sempre all’Università di Parma.

Il prossimo 19 ottobre è prevista l’uscita nelle librerie dell’ultimo libro di Picozzi, “Mente criminale. Storie di delitti e assassini”, nella quale l’autore lascia la parola a serial killer efferati, donne assassine, celebrità maledette.

Nel corso della serata al Muse ci sarà spazio anche per un viaggio mozzafiato nella mente dei criminali, per scoprire che spesso la violenza si nasconde dietro apparenze pericolosamente normali.

 

 

 

 

Foto: archivio Muse