CONSIGLIO PROVINCIALE PAT * CONFERENZA CAPIGRUPPO: L’EVENTUALE RICHIESTA DI PATROCINIO DI ” DOLOMITI PRIDE ” SARÀ DISCUSSA IN UFFICIO DI PRESIDENZA E DAI CAPIGRUPPO

Conferenza dei capigruppo: il programma della tre giorni consiliare di aprile. L’eventuale richiesta di patrocinio del Consiglio del “Dolomiti pride” sarà discussa in Ufficio di presidenza e dai capigruppo.

La Conferenza dei capigruppo che si è riunita in mattinata a palazzo Trentini ha fissato l’ordine del giorno per la tornata consiliare del 10 – 11 – 12 aprile prossimi.

La tre giorni di Consiglio si aprirà con l’accettazione delle dimissioni di Maurizio Fugatti e la surroga del seggio; seguiranno le interrogazioni a risposta immediata; la nomina suppletiva di tre componenti della Quarta commissione; la designazione, su indicazione delle minoranze, di un componente del collegio dei revisori dei conti dell’Opera universitaria.

Seguirà la discussione della mozione della Commissione Europea “Un programma per un’Unione più unita, più forte e democratica”; quella intitolata “Definizione di percorsi innovativi di accoglienza medica a favore dei disabili gravi con deficit intellettivo, comunicativo, neuromotorio”, proposta da De Godenz, Passamani e Tonina dell’Up e la mozione “Interventi di adeguamento della viabilità della SS47 della Valsugana” di Chiara Avanzo del Patt.

Due i disegni di legge all’ordine del giorno, quello di Massimo Fasanelli “Disposizioni in materia di politica provinciale della casa per incentivare il recupero degli alloggi di risulta”, le ore a disposizione per il dibattito sono 4, e quello di Filippo Degasperi (5 Stelle) “Modificazioni della legge provinciale per il governo del territorio”, 5 ore di discussione.

Il Presidente Bruno Dorigatti ha proposto ai capigruppo di inserire anche un numero di interrogazioni che non hanno ottenuto risposta e un pacchetto di mozioni “fresche”.

Rodolfo Borga (Civica Trentina) nel corso della riunione ha sollevato la questione di una possibile richiesta di patrocinio da parte degli organizzatori del “Dolomiti pride” che si terrà a Trento il prossimo 9 giugno.

Il consigliere ha chiesto che l’eventuale richiesta di patrocinio venga discussa nella Conferenza dei capigruppo. Anche perché, ha aggiunto, nel documento di presentazione della manifestazione sono contenute, oltre a valutazioni ideologiche contrarie alla famiglia tradizionale, anche delle affermazioni per Borga offensive e pesanti.

L’esponente della Civica ha letto davanti ai capigruppo quella secondo lui particolarmente grave nella quale si chiede che “si rendano gratuiti preservativi e lubrificante e che si distribuiscano nei luoghi di aggregazione, nelle scuole e nelle carceri promuovendone l’utilizzo”.

Il Presidente Dorigatti ha detto che l’eventuale richiesta di patrocinio sarà discussa in Ufficio di Presidenza e nella Conferenza dei capigruppo e ha inoltre precisato che gli organismi incardinati nel Consiglio possono concedere il loro logo ma non quello del Consiglio provinciale.