VIDEONEWS & sponsored

(in )

FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI – ROVERETO (TN) * “ PATTO DI PACE “: « L’IRLANDA ADERISCE AL MESSAGGIO DI PACE DI MARIA DOLENS, IL 20/10 SUL COLLE DI MIRAVALLE L’AMBASCIATORE CONSEGNERÀ LA BANDIERA »

L’Irlanda aderisce al messaggio di pace di Maria Dolens. Martedì 20 ottobre sul Colle di Miravalle l’Ambasciatore consegnerà la bandiera.

Sarà il vessillo numero 99 che sventolerà lungo il Viale delle Nazioni alla Campana dei Caduti.

Sul Colle di Miravalle da martedì prossimo, 20 ottobre, saranno 99 le bandiere che sventoleranno in rappresentanza delle Nazioni che hanno deciso di aderire all’ideale di Pace universale di Maria Dolens. Alle ore 11.00, si aggiungerà anche quella dell’Irlanda che si unirà ufficialmente alla Fondazione Opera Campana dei Caduti. L’Ambasciatore Colm Ó Floinn consegnerà a nome del suo governo la bandiera della Propria Nazione nel corso di una solenne cerimonia.

Intorno alla Campana sono ad oggi 98 le bandiere di altrettante nazioni, oltre a quella dell’O.N.U. e del Consiglio d’Europa, che in questi decenni hanno voluto firmare una sorta di “Patto di Pace”, in anni diversi in occasioni diverse, ma tutti con la stessa volontà e con l’intenzione comune di aderire fino in fondo al messaggio di pace di Maria Dolens e farlo proprio, perché le ragioni della vita trionfino sulle ragioni della morte, perché l’amicizia tra i popoli e l’amore tra le persone siano più forti dell’odio e della divisione.

Martedì a fare gli onori di casa sarà il Reggente Alberto Robol. La cerimonia, alla presenza di autorità civili, militari e religiose, prevede la deposizione di una corona d’alloro ai piedi di Maria Dolens. Quindi, dopo gli interventi ufficiali, l’Ambasciatore Colm Ó Floinn consegnerà la bandiera dell’Irlanda nelle mani del Reggente che l’affiderà al Corpo di Polizia Municipale per essere issata sul pennone accanto alla Campana dei Caduti mentre sarà eseguito l’inno nazionale dell’Irlanda. La cerimonia si concluderà con l’esecuzione dell’Inno di Mameli, i cento rintocchi di Maria Dolens e la firma del registro d’onore sotto la Campana.

La Repubblica d’Irlanda è un Paese membro dell’Unione europea. Dal punto di vista dell’ordinamento dello Stato si tratta di una repubblica parlamentare con elezione popolare del presidente solo nel caso in cui il Parlamento non ne esprima uno entro la fine del mandato di quello uscente. Geograficamente l’Irlanda occupa circa l’85% della superficie della seconda più estesa delle isole britanniche, l’Irlanda propriamente detta, e confina via terra con il Regno Unito tramite una delle sue nazioni costitutive, l’Irlanda del Nord, il cui territorio comprende quello di sei contee storiche della provincia dell’Ulster. La sua popolazione è di poco più di 4,5 milioni di abitanti, e la sua capitale, sede di governo, parlamento, presidenza e organi giudiziari, è Dublino, situata al centro della costa orientale. La repubblica d’Irlanda come amministrativamente è oggi conosciuta ha origine nel 1922 per scissione dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda al termine della guerra d’indipendenza irlandese.

Il 6 dicembre di tale anno nacque, infatti, lo Stato Libero d’Irlanda, con lo status di dominion all’interno dell’impero britannico. Con lo statuto di Westminster del 1931 emanato da Londra acquisì maggiore indipendenza come gli altri dominion della Corona, e nel 1937, con la nuova costituzione, lo Stato Libero d’Irlanda si dichiarò completamente sovrano; nel 1949 fu rescisso anche l’ultimo legame formale con il Regno Unito quando lo Stato Libero si costituì in repubblica. Per lungo tempo dopo l’indipendenza l’economia irlandese rimase povera e il Paese continuò a essere terra di emigrazione; il protezionismo terminò nel 1950 e nel 1973 il Paese entrò nella Comunità economica europea. Una nuova crisi economica sopraggiunta nel 1980 indusse il governo a riforme su larga scala che provocarono nuova emigrazione, ma la rapida crescita dell’economia irlandese nel corso degli anni novanta valse al Paese l’appellativo di tigre celtica che lo contraddistinse fino alla crisi finanziaria globale del 2007/2010. Classificata ai primi posti per la libertà di stampa e per libertà economica, ha raggiunto anche una buona posizione per quanto concerne il suo sistema d’istruzione, la libertà politica e la democrazia. L’Irlanda è membro delle organizzazioni per la cooperazione e lo sviluppo economico, del commercio e delle Nazioni Unite.

La cerimonia è aperta al pubblico ma al fine di rispettare le norme previste per evitare la diffusione del Covid 19 si chiede di comunicare la propria presenza telefonando al numero 0464 434412.