TICKET E MALATTIE RARE: CIVETTINI, WELFARE SOLO IN CASO DI PERICOLO SALUTE?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Claudio Civettini) – E’ stata rappresentata allo scrivente la di alcuni cittadini, relativamente alla presenza di una sorta di tassa sulla malattia reale indefinita, che le strutture, né la dirigenza sanitaria, non conoscono ma oggettivamente curano e che per accedervi, i pazienti devono corrispondere ogni volta, ripetuti ticket.

Uno dei casi, riguarda una cittadina, la quale, affetta da Hs (Hidradenitis Suppurativa) – costretta all’ingresso in ospedale per un ascesso all’ascella – si è vista applicare il ticket così come lo deve pagare quasi giornalmente, per le cure inarrestabili per il sollievo e la disinfezioni delle ulcere cutanee che si generanno in continuazione.

Data la gravità di un simile episodio – se fosse confermato -, si presenta una specifica interrogazione volta proprio, in caso sempre di conferma, a stimolare l’Amministrazione provinciale a trovarne una soluzione.

 

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

Comunicato Stampa – 23 02 17 – TICKET SANITARI APPLICATI RIPETUTAMENTE SU CURE RELATIVE ALLE MALATTIE RARE E CRONICHE-IMPROPRIA TASSA SULLA SALUTE

 

 

 

In allegato l’interrogazione contenuta nel comunicato stampa:

Interrogazione 23 02 17- TICKET SANITARI APPLICATI RIPETUTAMENTE SU CURE RELATIVE ALLE MALATTIE RARE E CRONICHE-IMPROPRIA TASSA SULLA SALUTE