RAI STORIA * ‘ PASSATO E PRESENTE ‘: CONFUCIO, IL PADRE DEL PENSIERO CINESE

Pensatore inascoltato dai regnanti del suo stato, Confucio ha lasciato in eredità ai suoi allievi una serie di princìpi che, canonizzati 700 anni più tardi, sono diventati la base della cultura cinese e dell’ordinamento politico dell’impero per oltre duemila anni. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda sabato 29 settembre alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli parla con il professor Giovanni B. Adornino del padre del pensiero cinese, nato 550 anni prima di Cristo nel piccolo stato di Lu.

Il confucianesimo ha subìto alterne vicende: da filosofia di Stato per tutto il periodo imperiale, a pensiero da abbattere, come responsabile dell’arretratezza cinese nel Novecento, a patrimonio di valori da rilanciare nella Cina contemporanea, spaventata dall’individualismo portato con sé dall’economia di mercato.