FUGATTI * PROTESTA PROFUGHI MARCO DI ROVERETO: “BASTA CON LE POLITICHE DI ACCOGLIENZA SCELLERATE SOSTENUTE DAL CENTRO SINISTRA AUTONOMISTA”

Un centinaio di profughi questa mattina si sono barricati davanti ai cancelli del centro profughi di Marco per protestare circa le condizioni in cui sono accolti all’interno della struttura, lamentando principalmente di non avere spazi consoni alle proprie esigenze e servizi igienici che li costringerebbero a fare la fila ed a rimanere al freddo per fare la doccia.

Questo è l’ennesimo episodio che dimostra, in maniera incontrovertibile, come il sistema di accoglienza promosso dal governo nazionale ed appoggiato da chi è alla guida della nostra Provincia abbia completamente fallito.

La situazione ormai è fuori controllo ed il centrosinistra autonomista che oggi governa il nostro territorio ha la responsabilità politica di quanto sta accadendo e deve prenderne atto, dando un taglio alle scellerate politiche buoniste che ha adottato fino ad ora e che ci hanno condotti in questa situazione.

Va ricordato che circa tre anni fa sono stati investiti quasi 500 mila euro per la realizzazione di alcuni prefabbricati in legno e l’Assessore Zeni aveva dichiarato che all’interno della struttura sarebbero state ospitate solo famiglie, fino ad un massimo di un centinaio persone, oggi invece nel Centro profughi di Marco sono ospitati ben oltre 250 baldi giovani e di famiglie nemmeno l’ombra.

Non possiamo pensare di spendere risorse economiche per accogliere con i “guanti bianchi” chiunque metta piede sul nostro territorio, quando nella nostra Provincia ci sono centinaia di famiglie e persone in profonda difficoltà che dalle Istituzioni vedono sbattersi le porte in faccia!

E’ bene ricordare quali sono le condizioni in cui vivono i nostri trentini, che ci sono migliaia di italiani che oramai vivono sotto la soglia di povertà, che ogni giorno si allunga la lista di coloro che vengono sfrattati dalla propria casa, che perdono il lavoro, che non sanno come arrivare alla fine del mese, che non possono permettersi di acquistare generi alimentari o medicine per le proprie famiglie, che non riescono a pagare le bollette, ma che non ricevono nemmeno un decimo delle risorse e dell’attenzione che ormai le Istituzioni sono solite a riservare ai profughi.

Non si tratta di razzismo, si tratta di buon senso, il buonismo e l’assistenzialismo non hanno generato un sistema di accoglienza funzionante, ma solo un business inefficiente che non ha fatto altro che contribuire ad aumentare le tensioni sociali.

L’accoglienza va fatta con criterio, identificando in tempi rapidi chi ha diritto ed allontanando dal territorio italiano chi non ne ha, la misura ormai è colma ed i trentini sono stufi di essere presi in giro da chi li governa!

Questa protesta non è la prima e non sarà nemmeno l’ultima, mediti il centro sinistra autonomista, meditino l’Assessore Zeni ed il Presidente Rossi … se la situazione è questa la responsabilità è anche loro.

 

*

Maurizio Fugatti

Segretario Nazionale Lega Nord Trentino

 

 

Viliam Angeli

Segretario di Circoscrizione LnT e cons. comunale di Rovereto

 

 

Maurizio Bisoffi

Segretario della Sezione di Rovereto LnT