VIDEONEWS & sponsored

(in )

#IOAPROINTRENTINO1501 * COVID: « L’ESASPERAZIONE PER LA CONTINUA MANCANZA DI CHIAREZZA METTE IN CRISI GLI OPERATORI DI BAR E RISTORANTI»

Lanciata dall’Italia centrale, approda anche in Trentino la protesta dei pubblici esercizi contro i continui limiti all’attività d’impresa di bar e ristoranti con l’allestimento di una pagina facebook #ioaprointrentino1501.

«Siamo un gruppo di cittadini del Trentino, abbiamo aperto questa pagina per solidarietà nei confronti delle categorie economiche rovinate dal Covid-19 – si legge nella pagina social-. Esprimiamo la nostra solidarietà all’iniziativa “#ioapro1501” organizzata e promossa dai ristoratori di varie regioni italiane e ora attiva anche in Trentino».

Con quest’iniziativa alcuni operatori della ristorazione intendono «dare la possibilità a cittadini e imprenditori disperati di trovare una pagina per confrontarsi per questa mobilitazione autonoma e libera di imprenditori. Non apparteniamo a nessun partito politico e a nessuna associazione di categoria, ma cerchiamo di dare una mano sia da un punto di vista organizzativo sia per organizzare una vera solidarietà tra cittadini che capiscono il dramma economico che si sta avvicinando anche in Trentino».

Gli organizzatori dell’iniziativa #ioaprointrentino1501 mettono in chiaro che «siamo a fianco del mondo della ristorazione, assurdamente discriminato ed ingiustamente decimato dai Dpcm emanati a raffica del governo BisConte, che il 15 gennaio ha deciso di rialzare la testa di fronte a norme insensate e liberticide, che non hanno finora impedito all’Italia di essere il leader nel fallimento delle politiche di contenimento della pandemia. Intanto, per iniziare, chiediamo con forza al governo BisConte di cancellare la nuova misura del divieto di asporto di cibi e bevande dopo le ore 18.00.

Questa nuova limitazione è la goccia che fa traboccare il vaso dell’insofferenza per l’ingiusta repressione delle libertà personali ed economiche».

#IOAPRO #IOAPRO1501 #IOAPROINTRENTINO1501