VIDEONEWS & sponsored

(in )

CANALE 5 – “ MAURIZIO COSTANZO SHOW " * « MERCOLEDÌ 24 MARZO PRIMA PROTAGONISTA DELL’“ UNO CONTRO TUTTI “ L’ONOREVOLE GIORGIA MELONI, PRESIDENTE DI FRATELLI D’ITALIA »

65 anni di carriera giornalistica, autore, scrittore, sceneggiatore teatrale e cinematografico, attore, talent scout, conduttore televisivo e radiofonico con alle spalle 4 mila 500 puntate del suo talk e oltre 45 mila persone intervistate mercoledi 24 marzo si riaccende la seconda serata di Canale5 con la 39° edizione del “Maurizio Costanzo Show”.

prima protagonista dell’“uno contro tutti”: l’onorevole Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’italia

sul palco:
la grande attrice del cinema italiano Ornella Muti
la regina della lirica Katia Ricciarelli
il Direttore de Il Mattino Federico Monga
i giornalisti Giampiero Mughini, Claudia Fusani
e Francesco Borgonovo
il vincitore del GFVip Tommaso Zorzi
l’attrice comica Gabriella Germani
e poi …
la conduttrice Maria Teresa Ruta
l’attrice Rosalinda Cannavò
la regina dei salotti capitolini Marisela Federici
e l’attrice Eva Grimaldi

Maurizio Costanzo
omaggia in musica con la sua Zago band
il grandissimo artista Raoul Casadei

“La mia fortuna è che si chiama come me e nessuno può fare il Maurizio Costanzo Show al mio posto. Io l’ho rubato all’America, vidi a New York il Johnny Carson Show.
Funziona perché è un mix di alto e basso, mondi differenti
che si uniscono. È il fritto misto”.
Maurizio Costanzo

Grande attesa per il ritorno su Canale5 dell’archetipo dei talk show italiani: mercoledì 24 marzo, in seconda serata, Maurizio Costanzo inaugura un nuovo ciclo del programma icona del giornalismo in tv, il “Maurizio Costanzo Show”.

Il sipario quest’anno si apre sul 39esimo anno di messa in onda e mantiene saldo il primato di talk più longevo della televisione italiana, continuando, puntata dopo puntata, a scriverne la storia.

Una storia che inizia nel lontano 1976, quando il giornalista insieme ad Angelo Guglielmi (a quell’epoca Vicedirettore di RaiUno), ha la geniale intuizione di rendere protagonisti del piccolo schermo le parole e la conversazione mischiando sullo stesso palco personaggi famosi e gente comune.
Nasce cosi “Bontà Loro”, primo talk show italiano.

Qualche anno dopo, nel 1982, nasce il “Maurizio Costanzo Show”, che in quasi 40 anni di storia ha raccontato fedelmente -e continua a farlo oggi- tutti gli aspetti dell’attualità, della politica, del costume, del giornalismo, del cinema, del teatro, della musica e dell’intrattenimento diventando un simbolo della comunicazione televisiva.
Ancora una volta, il talk di Costanzo, si propone di trattare diverse tematiche mettendo a confronto personaggi famosi e non nella tipica modalità -particolarmente amata dal giornalista- del cosiddetto “fritto misto”.

Quest’anno la prima puntata di stagione si apre in seconda serata mercoledì 24 marzo con l’intervista one to one ad una delle donne più influenti della politica italiana: l’onorevole Giorgia Meloni, Presidente del partito Fratelli d’Italia.

L’intervista si declina nella formula dell’”uno contro tutti”, ovvero: l’intervistato a centro palco si confronta con le domande di una serie di personaggi ospiti in studio (format che ha esordito sul palco del Teatro Parioli nel 1994, con protagonista lo straordinario attore, regista e drammaturgo Carmelo Bene).
Partecipano all’uno contro tutti:
il Direttore de Il Mattino Federico Monga, i giornalisti e scrittori Giampiero Mughini, Francesco Borgonovo, e Claudia Fusani, la soprano Katia Ricciarelli, il volto del cinema italiano Ornella Muti e l’influencer trionfatore dell’ultima edizione del GfVip Tommaso Zorzi.
E mentre la il gruppo resident del “Maurizio Costanzo Show” la Zago Band omaggia l re del liscio Raoul Casadei cambio della guardia sul palco dove entrano tre protagonisti dell’ultima edizione del GfVip: il vincitore del reality show Tommaso Zorzi, la conduttrice Maria Teresa Ruta e l’attrice di fiction Rosalinda Cannavò. A completare il parterre la regina dei salotti capitolini Marisela Federici e l’attrice Eva Grimaldi.

Maurizio Costanzo
brevi note bio

Nasce a Roma nel 1938.
Quando ancora frequentava il ginnasio scrisse al Corriere della Sera al suo futuro mentore Indro Montanelli che prontamente gli rispose chiamandolo al telefono e convocandolo per un incontro.
A 17 anni, realizza il suo sogno e comincia a scrivere per il quotidiano Paese Sera.
Negli anni ha scritto e collaborato con alcuni dei più importanti quotidiani e periodici nazionali tra cui: Corriere della Sera, Il Giornale, Il Mattino, Il Messaggero, La Stampa, Il Tempo, Libero Quotidiano, Il Riformista, Epoca, Panorama, Gente e Tv Sorrisi e Canzoni.

Nel 1978 comincia la sua collaborazione con la Rizzoli assumendo la direzione dello storico settimanale La Domenica del Corriere.
Fin da subito dimostra un talento poliedrico che lo porta a diventare anche autore radiofonico, teatrale, sceneggiatore per il cinema e paroliere di canzoni di grande successo.

Nel 1976, conduce il primo talk show della storia della televisione italiana: “Bontà Loro”. Seguono altri numerosi programmi tv fino ad arrivare, nel 1982, al talk per eccellenza: il “Maurizio Costanzo Show”, ancora oggi in programmazione con il quale nel 1984 si trasferisce per tre puntate al Madison Square Garden di New York per gli italiani in America. In quella occasione il grande giornalista americano David Letterman invita l’anchorman nel suo celeberrimo “David Letterman Show” e insieme siglano un documento che attesta un gemellaggio tra i due talk show più famosi del mondo.

Nel 1991, in seguito all’omicidio di Libero Grassi, realizza con Michele Santoro una staffetta evento Rai-Mediaset. Santoro si collega in diretta da “Samarcanda” su RaiTre mentre Maurizio Costanzo lo fa dal Teatro Parioli in Roma dal “Maurizio Costanzo Show” su Canale 5.

Nel 1997 viene nominato Direttore di Canale 5, dove resta in carica fino al ’99.

Sono molte le sceneggiature per il cinema a cui collabora, tra queste il capolavoro di Ettore Scola “Una giornata particolare” (1977) e “Il Giovane normale” (1969) di Dino Risi.
Nel 1978 firma la regia e la co-sceneggiatura della commedia “Melodrammore” con Enrico Montesano.
Per la musica nel 1966 scrive per Mina con Ghigo De Chiara il capolavoro “Se telefonando”, musicata da Ennio Morricone.

Ha pubblicato per diversi editori oltre 35 libri e vanta una lunga collaborazione con la casa editrice Mondadori. La sua ultima pubblicazione è “Il tritolo e le rose” edito da Mondadori/Electa, in cui racconta di sé, dell’attentato di Cosa Nostra nel 1993 e del fortunato incontro con sua moglie Maria De Filippi.

Dal 2016 sono due gli appuntamenti su Canale 5: “L’Intervista”, talk one to one in cui i personaggi si raccontano in modo intimo e personale al giornalista e lo storico appuntamento con il talk “Maurizio Costanzo Show”.

Sono tre le sue creature televisive sulla tv di stato: “S’è Fatta Notte” Su RaiUno con Lisa Marzoli, “Rai Storie di un’Italiana” su RaiDue con Umberto Broccoli e “Insonnia” su RaiTre con Pino Strabioli.

Oggi collabora con diverse testate giornalistiche tra cui i quotidiani Libero Quotidiano e Il Tempo e i periodici Chi, Tv Sorrisi e Canzoni e Nuovo.
In Tv conduce il “Maurizio Costanzo Show” su Canale5 mentre su RaiUno il talk in seconda serata “S’è Fatta Notte”.
In Radio è al timone su Rai Isoradio del programma quotidiano “Strada Facendo”, con la giornalista Carlotta Quadri.
Ha tre figli: Saverio, regista, Camilla, scrittrice, e Gabriele, responsabile della piattaforma web Witty tv per la casa di produzione Fascino Pgt.
È sposato con Maria De Filippi ed ha festeggiato da poco le nozze d’argento.

Nota:
tra i tanti personaggi che ha intervistato impossibile non citare i premi Nobel Michail Gorbaciov, Dario Fo e Rita Levi-Montalcini, i grandi protagonisti della storia degli ultimi decenni come Giulio Andreotti, Giovanni Spadolini, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l’ex Presidente Usa Donald Trump, la poetessa Alda Merini, la scrittrice Fernanda Pivano e ancora … le grandi stelle del cinema italiano tra cui Marcello Mastroianni, Totò, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman, Carmelo Bene, Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Virna Lisi, Nino Manfredi, Paolo Villaggio, Monica Vitti, Michelangelo Antonioni, Paola Borboni e Walter Chiari.
Tanti personaggi devono la loro nascita artistica proprio a Costanzo come ad esempio Enzo Iacchetti, Vittorio Sgarbi, Giampiero Mughini, Ricky Menphis, Dario Vergassola, David Riondino, Nick Novecento, Valerio Mastrandrea, Giole Dix, Giobbe Covatta e Alessandro Bergonzoni.