News immediate,
non mediate!
Categoria news:
SPORT

TRENTINO ITAS * VOLLEY – MONDIALE CLUB 2021: « SEMIFINALE AL CARDIOPALMA, LA SQUADRA DI TRENTO CEDE SOLO 19-21 AL TIE BREAK CON LA LUBE »

Scritto da
05.25 - sabato 11 dicembre 2021

Non è bastata una prova generosa, volitiva e determinata per continuare ad alimentare il sogno iridato; la corsa della Trentino Itas nel Mondiale per Club 2018 si è fermata ieri stasera in semifinale, al cospetto dei Campioni uscenti della Cucine Lube Civitanova. Sono stati ancora una volta i marchigiani ad impedire a Trentino Volley di concorrere per un ulteriore trofeo, stavolta in campo internazionale; il derby italiano si è però risolto solo allo sprint dopo cinque set di grande pallavolo.

Ai vantaggi del tie break i cucinieri si sono dimostrati più cinici, mettendo il sigillo su una rimonta che gli aveva visti andare sotto 1-2 nel computo dei parziali e poi anche 6-10 nel periodo di spareggio prima di riuscire a far valere la propria legge. Dopo una partenza col freno a mano tirato, la Trentino Itas ha trovato progressivamente sempre più convinzione ed un gioco bello ed efficace, in cui Sbertoli è costantemente riuscito a dare pochi punti di riferimento al muro avversario (a segno, infatti, solo quattro volte). Nel momento migliore, la formazione di Lorenzetti ha subito il ritorno degli avversari, cedendo solo 19-21 al tie break dopo aver avuto anche un paio di match ball. Negli occhi resta comunque la grande prestazione in attacco dell’intera squadra (54% globale) ed in particolare quella di Michieletto (25 punti col 51% a rete e tre muri), Lavia (17 col 61%) e Kaziyski (14), sempre combattivo. Ai gialloblù rimane la partita che assegna il terzo posto (sabato 11 dicembre, ore 21 italiane), che offrirà l’importante occasione per tornare sul podio a tre anni di distanza dall’ultima volta, contro la perdente della seconda semifinale Sada Cruzeiro-Funvic.

La cronaca del match. La Trentino Itas si presenta in campo con lo starting six visto nelle ultime tre partite: Sbertoli al palleggio, Lavia opposto, Kaziyski e Michieletto schiacciatori, Lisinac e Podrascanin centrali, Zenger libero; la Cucine Lube risponde con De Cecco in regia, Gabi Garcia opposto, Yant e Lucarelli schiacciatori, Anzani e Simon centrali, Balaso libero. In avvio di gara è Civitanova a fare la voce grossa, con Yant che trasforma un paio di occasioni di break point per il 3-6 marchigiano. Il martello cubano è anche fortunato quando trova un ace con l’aiuto del nastro che regala il +4 (5-9), un margine che la Lube si tiene stretto nella parte centrale del set (8-12). Dopo il time out tecnico la Trentino Itas si riavvicina con un muro a uno di Lisinac su Anzani (12-14), ma è solo un lampo, perché poi ci pensa Lucarelli a riallargare la forbice (12-16, time out Lorenzetti). Alla ripresa, un break point di Lavia riporta a meno due Trento (15-17); è l’ultimo sussulto gialloblù del primo set, perché poi i biancorossi spingono forte con servizio e muro (15-20, 18-23) e si portano sullo 0-1 in corrispondenza del 20-25 (errore al servizio di Sbertoli).

Il secondo parziale parte sotto il segno dell’equilibrio (4-4), che viene rotto da un errore di Gabi Garcia e da un mani out su ricostruita di Lavia (8-5). La Cucine Lube si innervosisce, diventa fallosa in battuta e Trento ne approfitta per tenersi stretto il vantaggio acquisito (10-7). Una proficua rotazione di Lucarelli dalla linea dei nove metri, condita anche da un ace su Zenger, vale il 10-10; da lì in poi le due squadre procedono a braccetto (14-14, 16-16 e 19-19), fra break e contro break. Il punto a punto viene interrotto solo da un errore di Gabi Garcia (23-21); Kaziyski e compagni lo capitalizzano al massimo per pareggiare i conti sul 25-22 sfruttando un’invasione a rete di De Cecco.

La lotta serratissima riprende nel terzo set; Trento e Civitanova lottano sin dai primi scambi su ogni pallone, regalando spettacolo ed alternanza al comando del punteggio (4-3 e 8-7). Michieletto (attacco e muro su Gabi Garcia), scrive il +2 gialloblù (10-8), che la squadra di Lorenzetti è brava a conservare anche dopo il time out tecnico (14-12 e 16-14). Blengini inserisce Zaytsev per Gabi Garcia ed il neoentrato firma subito la parità a quota 17. La partita si alza di livello e diventa bellissima (21-21 e 23-23), con Michieletto che si sobbarca di palloni pesanti per tenere in corsa i suoi. E’ il neoentrato Pinali però a firmare il primo set ball, che un errore di Yant a rete trasforma in 2-1 per i trentini (25-23).

La contesa punto a punto prosegue anche nel quarto periodo, con la Cucine Lube che parte male (3-1), ma che riesce immediatamente a riprendere quota grazie a Yant e Lucarelli (7-8 e 11-12). La Trentino Itas non si scompone e con un muro di Kaziyski e un contrattacco di Lavia mette di nuovo la freccia (16-14, time out Blengini). Civitanova ha un’altra fiammata con l’attacco di Zaytsev (di nuovo in campo per Gabi Garcia), l’ace di Lucarelli (18-19) e la continuità al servizio dello stesso posto 4 brasiliano, che mette alle corde il cambiopalla trentino (18-22) ed avvia la partita verso il tie break, che si materializza sul 20-25.

Il quinto set parte bene per la Trentino Itas (3-0), al cospetto di una Lube molto nervosa (5-2); ai gialloblù non tremano le gambe e anzi, grazie a Kaziyski e Podrascanin, il vantaggio diventa sempre più cospicuo (9-5). Nel momento peggiore, però, Civitanova si rianima con servizio e muro, piazzando un parziale di 1-5 che rimette tutto in discussione (10-10). Simon firma l’allungo che sembra essere decisivo (11-13), ma Trento annulla due palle match (14-14) se ne procura un paio con uno scatenato Michieletto prima di cedere sul contrattacco di Lucarelli (19-21) alla settima occasione cuciniera.

“E’ stata una partita spettacolare, che ci ha visto protagonisti sino in fondo come avevo chiesto alla squadra prima di entrare in campo e di tutto ciò ovviamente sono contento e fiero – ha dichiarato l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti al termine della semifinale – . Il risultato ovviamente non ci piace ma credo che i ragazzi abbiano onorato sino in fondo sia la manifestazione, sia la maglia del Club che portano addosso. Sono stati degni rappresentanti di Trentino Volley in un appuntamento importante come questo”.

Di seguito il tabellino della semifinale del Mondiale per Club 2021, giocato questa sera al Ginasio Poliesportivo Divino Braga di Betim.

Cucine Lube Civitanova-Trentino Itas 3-2
(25-20, 22-25, 23-25, 25-20, 21-19)
CUCINE LUBE:
Anzani 8, De Cecco 4, Lucarelli 19, Simon 18, Gabi Garcia 11, Yant 27, Balaso (L); Marchisio, Sottile, Zaytsev 5, Kovar. N.e. Juantorena, Jeroncic e Diamantini.  All. Gianlorenzo Blengini.
TRENTINO ITAS: Kaziyski 14, Lisinac 10, Lavia 17, Michieletto 25, Podrascanin 7, Sbertoli 1, Zenger (L); Pinali 1, Sperotto, Cavuto. N.e. D’Heer, Albergati, De Angelis. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI:
Ivanov (Bulgaria) e Ortiz (Portorico).
DURATA SET: 21’, 26’, 27’, 24’, 23’; tot. 2h e 1’.
NOTE: 1.000 spettatori. Cucine Lube Civitanova: 4 muri, 5 ace, 23 errori in battuta, 8 errori azione, 61% in attacco, 58% (24%) in ricezione. Trentino Itas: 8 muri, 2 ace, 18 errori in battuta, 3 errori azione, 54% in attacco, 42% (21%) in ricezione.

Nelle foto in allegato, fonte Gustavo Rabelo / BH Foto, alcuni momenti del match odierno

 

Trentino Volley Srl

Ufficio Stampa

Categoria news:
SPORT

I commenti sono chiusi.