VIDEONEWS & sponsored

(in )

ITAS TRENTINO * VOLLEY * « PLAY OFF SCUDETTO 2021, LA CUCINE LUBE ESPUGNA IN TRE SET LA BLM GROUP ARENA E PORTA IN PAREGGIO LA SERIE DI SEMIFINALE »

Il fattore campo salto di nuovo nella serie di Semifinale della parte bassa del tabellone dei Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca 2021. Dopo il successo esterno di domenica sera a Civitanova Marche, l’Itas Trentino ieri sera alla BLM Group Arena non è riuscita a prolungare ulteriormente la propria imbattibilità casalinga (che durava da quattro mesi), cedendo in tre set al cospetto della Cucine Lube in gara 2. Il risultato porta in parità le sorti del confronto ed assicura la necessità di gara 4, che si giocherà fra sei giorni a Trento dopo che nel giorno di Pasqua ci sarà di nuovo spazio per un incontro all’Eurosuole Forum (gara 3).

Gli ospiti si sono guadagnati il punto del pareggio sfoderando una grande prestazione in fase di break point: attacco (al 56%), muro e soprattutto battuta (11 ace, 8 solo dello scatenato Simon) dei cucinieri hanno messo alle corde i gialloblù, comunque bravi a rispondere colpo su colpo sino al 23-23 del primo set e a recuperare sino al 23-24 un secondo parziale che sul 14-21 sembrava già essere archiviato. Le fiammate di Nimir al servizio (7 ace e 14 punti totali, il migliore dei suoi) e la buona vena realizzativa di Lucarelli e Lisinac, hanno tenuto a galla l’Itas Trentino nella prima parte del match, ma nulla hanno potuto nella seconda, in cui i marchigiani hanno contato anche sull’ottima serata a rete di Rychlicki e Leal.

La cronaca di gara 2. Angelo Lorenzetti sceglie di ripartire dal sestetto più volte visto in campo nell’ultimo periodo; in diagonale a Lucarelli viene infatti schierato Michieletto in posto 4, mentre gli altri cinque in starting six sono Giannelli in regia, Nimir opposto, Lisinac e Podrascanin al centro e Rossini libero. La Cucine Lube Civitanova risponde con De Cecco al palleggio, Rychlicki opposto, Juantorena e Leal schiacciatori, Simon e Anzani centrali e Balaso libero. L’inizio è nel segno dei break e dei contro-break; Trento con Michieletto e Nimir scatta sul 3-0, ma i servizi di Simon ribaltano immediatamente il punteggio (3-4). Lucarelli con un attacco consente ai gialloblù di tornare avanti (7-6) e poi ci pensa Nimir con un ace ad allargare la forbice (11-9) ma il +2 dura un attimo perché poi lo stesso opposto olandese viene fermato a muro da Leal (11-11). Nella seconda parte del set le due formazioni si alternano al comando (14-15, 16-15, 16-17) mettendo in mostra soprattutto il fondamentale del muro; proprio un block, di Leal su Nimir costringe Lorenzetti ad interrompere il gioco sul 17-19. Alla ripresa l’ace dell’orange pareggia subito i conti e lancia lo sprint per il successo del primo parziale, che si risolve al photofinish (21-21) con Kooy in campo al posto di Michieletto; sul 23-23 Leal, ancora lui, trova un ottimo turno al servizio, caratterizzato da un ace e da un slash, che Anzani chiude per il 23-25.

Dopo il cambio di campo, le squadre riprendono a giocare punto a punto, mettendo in mostra Juantorena da una parte (4-5) e Kooy (rimasto in sestetto) dall’altra (7-6). Un attacco a due mani di Giannelli dopo scambio lungo produce il +2 (10-8, tempo per Blengini), a cui i marchigiani rispondono col solito Leal (10-11). La Cucine Lube mette pressione col servizio di Simon (da 12-13 a 12-18), costringendo Lorenzetti ad esaurire i time out e a riproporre in campo Michieletto. Il set è però ormai pesantemente indirizzato e non basta l’orgoglio di Nimir al servizio (da 15-22 a 20-22) per rimettere in piedi il parziale, che gli ospiti blindano con l’attacco di Simon (23-25).

Le battute di Simon condizionano pesantemente anche l’avvio di terzo set, che la Cucine Lube mette subito sui binari graditi (2-6 e poi 3-9 quando anche Rychlicki brilla in attacco). Kooy ritrova il campo ma non incide (4-11); qualche spunto di Lucarelli e Nimir regalano un paio di sussulti (9-15), ma è troppo poco per sperare di riaprire una contesa che di fatto si conclude anticipatamente con un ace ed un contrattacco di Rychlicki (9-18). In seguito i cucinieri gestiscono bene il margine e chiudono sullo 0-3 già sul 17-25.

“Questi sono i playoff e questa è Civitanova – ha affermato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – ; sappiamo bene che può giocare così e che può metterti addosso una pressione enorme, ma nello stesso tempo non possiamo entrare in campo sperando che i nostri avversari non riescano a offrire una pallavolo di questo tipo. Ci sta di subire servizi più efficaci, ma bisogna in primo luogo gestirli un po’ meglio con la ricezione e in secondo luogo quando si può giocare il pallone bisogna essere più efficienti. Abbiamo lavorato male quando ci siamo costruito importanti occasioni break e anche quando con il muro avremmo dovuto arginare le loro”.

Il giorno di Pasqua, domenica 4 aprile, a Civitanova Marche gara 3 che sarà l’ultima della serie solo in caso di nuova vittoria gialloblù. Fischio d’inizio programmato per le ore 17; diretta Radio Dolomiti ed Eleven Sports.

Di seguito il tabellino di gara 2 di Semifinale Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca 2021 giocata stasera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova 0-3
(23-25, 23-25, 17-25)

 

ITAS TRENTINO: Lisinac 7, Nimir 14, Michieletto 3, Podrascanin 5, Giannelli 1, Lucarelli 9, Rossini (L); Kooy 3, De Angelis, Sosa Sierra 1. N.e. Cortesia, Argenta, Sperotto, Pol. All. Angelo Lorenzetti.

 

CUCINE LUBE: Juantorena 7, Simon 16, Rychlicki 13, Leal 12, Anzani 7, De Cecco, Balaso (L); Kovar. Marchisio. N.e. Diamantini, Falaschi, Larizza, Hadrava, Yant. All. Gianlorenzo Blengini.

 

ARBITRI: Simbari di Milano e Goitre di Torino.

 

DURATA SET: 29’, 30’, 26’; tot 1h e 25’.

 

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Itas Trentino: 4 muri, 8 ace, 11 errori in battuta, 6 errori azione, 44% in attacco, 47% (18%) in ricezione. Cucine Lube: 8 muri, 10 ace, 17 errori in battuta, 2 errori azione, 56% in attacco, 38% (21%) in ricezione. Mvp Simon.

 

*

Foto: Marco Trabalza