News immediate,
non mediate!
Categoria news:
SPORT

ITAS TRENTINO – VOLLEY – COPPA ITALIA * « 3-0 SULL’ALLIANZ ALL’UNIPOL ARENA DI BOLOGNA, ASSICURATO IL POSTO IN FINALE PER L’OTTAVA VOLTA »

Scritto da
20.34 - sabato 05 marzo 2022

La ventiduesima stagione di attività continua a regalare soddisfazioni ed appuntamenti con la storia a Trentino Volley. Superando questa sera in appena tre set l’Allianz Milano all’Unipol Arena di Bologna nella seconda semifinale della giornata, l’Itas Trentino ha infatti guadagnato l’accesso all’ottava Finale di Coppa Italia della sua storia; un traguardo solo parziale, ma già di straordinaria rilevanza, che conferma ulteriormente la Società di via Trener nel gotha della pallavolo italiana e che garantisce continuità di risultati ad alto livello, tenendo conto anche della Supercoppa di 2021 conquistata solo lo scorso 24 ottobre e della medaglia di bronzo nel Mondiale per Club 2021 ottenuta a dicembre in Brasile.

Quella che si giocherà domenica contro Perugia sarà quindi la terza Finale di una competizione negli ultimi dieci mesi per il Club gialloblù; Kaziyski e compagni hanno staccato il pass dimostrando tutta la loro concretezza e forza nel corso di una partita in cui, soprattutto grazie a muro (13 vincenti) ed attacco (50% di squadra), hanno sempre tenuto in mano le redini del gioco. Milano si è trovata ad inseguire già dalle prime battute di ogni singolo parziale, senza mai riuscire a giocare il punto a punto con gli avversari, trascinati dalla continuità di Lavia (19 punti col 64% a rete), dalle fiammate di Lisinac (10 punti col 62% in primo tempo e cinque muri) e dalla certezza rappresentata in contrattacco da Kaziyski (13 punti col 50% e 7 break point).

La cronaca della gara. Negli starting six non ci sono novità dell’ultima ora: Angelo Lorenzetti conferma la sua Itas Trentino in formazione titolare, con Sbertoli in regia, Lavia, Kaziyski e Michieletto a comporre il trio di palla alta, Podrascanin e Lisinac al centro, Zenger libero. L’Allianz Milano risponde con Porro in regia, Patry opposto, Ishikawa e Jaeschke schiacciatori, Piano e Chinenyeze centrali, Pesaresi libero. A scattare meglio dai blocchi di partenza è proprio la formazione gialloblù, che con Kaziyski e Lisinac vola da 0-2 a 6-3 e poi con Lavia (13-6) respinge l’assalto degli avversari che si erano portati sul 7-6. Nella parte centrale Trento dilaga con Kaziyski e Lisinac al servizio (16-9, 20-12). L’1-0 arriva quindi molto in fretta, con il centrale serbo che, in coppia con l’omologo Podrascanin, realizza a muro gli ultimi punti del primo parziale, chiuso già sul 25-14.

Nel secondo parziale Milano prova a reagire (6-5), ma a scavare di nuovo il solco sono Lisinac e Michieletto, a segno a ripetizione a muro ed in attacco (9-6). Nella parte centrale l’Itas Trentino scappa ancora con Lavia (16-10), potendo in seguito gestire senza troppe ansie la fase finale, in cui anche Kaziyski trova spazio per mettere palloni pesanti a terra (23-18 e 25-20, con punto risolutore di Michieletto).

Il copione non cambia nel corso del terzo set, in cui i gialloblù riescono a scappare via dopo il 6-5 con Lisinac e Lavia (12-6) nonostante Milano schieri in formazione un Romanò molto in palla. Gli avversari però sono davvero troppo fallosi e Trento ne approfitta per mantenere intatto il proprio vantaggio (14-9) quasi sino alla fine. I lombardi con Ishikawa e Jaeschke rialzano la testa sino al 21-18, poi non riescono più a contenere la squadra di Lorenzetti, che corona il suo sogno di Finale sul 25-20.

“Non è mai semplice riuscire a confermare i favori del pronostico che in questa semifinale oggettivamente avevamo anche solo per la precoce eliminazione nei quarti di Civitanova – ha spiegato a fine gara l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti – . Il nostro avvio di gara è stato particolarmente contratto, ma forse Milano era più nervosa di noi e ne abbiamo approfittato per riuscire ad ingranare la marcia giusta. Abbiamo lavorato bene in battuta e a muro, riuscendo sempre a tenere in mano le redini del match. Credo che per questo gruppo sia una grande soddisfazione poter giocare un’altra finale”.

L’ora x per la formazione trentina scatterà domenica 6 marzo alle 15 quando si giocherà sempre all’Unipol Arena la finale di Del Monte® Coppa Italia 2022 contro Perugia, che nella prima semifinale ha superato in quattro set Piacenza. Diretta RAI 2 e Radio Dolomiti.

Di seguito il tabellino della seconda semifinale di Del Monte® Coppa Italia 2022 giocata questa sera all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno.

Itas Trentino-Allianz Milano 3-0
(25-14, 25-20, 25-20)

ITAS TRENTINO: Sbertoli 2, Kaziyski 13, Lisinac 10, Lavia 19, Michieletto 9, Podrascanin 5, Zenger (L); Cavuto. N.e. D’Heer, Pinali, Albergati, Sperotto, Den Angelis. All. Angelo Lorenzetti.

ALLIANZ MILANO: Ishikawa 7, Chinenyeze 6, Patry 8, Jaeschke 7, Piano 2, Porro 1, Pesaresi (L); Daldello, Romanò 7, Mosca. N.e. Staforini, Maiocchi, Djiokic. All. Roberto Piazza.

ARBITRI: Vagni di Perugia e Zavater di Roma.

DURATA SET: 18’, 22’, 22’; tot 1h e 2’.

NOTE: 4.800 spettatori. Itas Trentino: 13 muri, 2 ace, 8 errori in battuta, 7 errori azione, 50% in attacco, 45% (24%) in ricezione. Allianz: 2 muri, 4 ace, 13 errori in battuta, 4 errore azione, 33% in attacco, 52% (17%) in ricezione.

 

Foto: Marco Trabalza

Categoria news:
SPORT

I commenti sono chiusi.