News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

ZANONI (PD) * COMUNE RIVA DEL GARDA – ACCESSO AGLI ATTI: “ CHIEDO AL SINDACO SANTI DI DISPORRE DELLA PRATICA NOZZE DI ‘DIEGO ED IRIS’ “ (PDF INTERPELLANZA)

Scritto da
16.50 - domenica 03 luglio 2022

 

A seguito dell’ evento denominato “nozze di Diego e Iris”, andato in scena sabato 02 luglio 2022, ed organizzato presso l’Hotel Lido Palace Viale Giosuè Carducci, 10 – Riva del Garda (TN), e visto che tale “cast” ha occupato spazi pubblici vitali per la città con chiusura della passeggiata principale che dal centro porta alle spiagge – nel pieno dell’estate in una città turistica per eccellenza – con il presente Accesso agli atti,
Sono quindi a chiedere:
• Tutta la pratica, dalla richiesta di Hotel Lido Palace e/o Wedding Team, o altri soggetti collegati all’evento, fino alla concessione definitiva; con tutti gli allegati, comprese planimetrie e ogni altro genere di documentazione inerente l’intera pratica;
• Copia del provvedimento rilasciato dal Comune, a firma di un funzionario o della Sindaca, che ha concesso l’occupazione del suolo pubblico e la relativa chiusura del transito ai passanti;
• Copia della relativa autorizzazione di deroga acustica, visto che i fuochi d’artificio non sono stati sparati con il silenziatore e si sono conclusi ad ore molto tarde;
• Copia del provvedimento che prevede il pagamento del canone di occupazione, o comunque ogni altro titolo che dia compiutezza del costo sostenuto dai soggetti privati per l’utilizzazione esclusiva dell’area concessa dal Comune di Riva del Garda

*
Alessio Zanoni
Consiglio Comune Riva del Garda – Trento (Pd)

TESTO INTEGRALE INTERPELLANZA

Zanoni Alessio
Consigliere comunale PDT Riva del Garda
INTERPELLANZA A RISPOSTA SCRITTA Le nozze di “Diego e Iris”
Alla cortese attenzione della Sindaca di Riva del Garda Cristina Santi

Sabato 2 luglio sul lungo lago turisti e residenti si sono trovati la strada sbarrata da transenne e bodyguard, il motivo? Al Lido Palace c’era una festa di matrimonio, quella di “Diego e Iris”.
A me poco importa chi siano i due, anzi, direi che per quel ruolo che rivesto a me stanno a cuore i nomi ed i cognomi di tutte quelle persone che si interfacciano con l’Ente pubblico perché nel bisogno, tutte quelle PERSONE che necessitano di attenzioni e di quel rispetto che va loro portato proprio per la loro condizione di fragilità che sa far crescere in noi la nostra migliore sensibilità, quella che una Comunità deve saper esprimere verso chi è più debole e nel bisogno; sono queste le attenzioni che fanno comprendere pure lo spessore e la dimensione civica di un’Amministrazione comunale e dei suoi esponenti politici più in vista.

Diego e Iris invece sono solo un qualcosa di astratto dentro questa visione delle cose, quella dove l’Ente pubblico deve agire ponendo ogni sua energia ma soprattutto ogni sua azione per far si che chi sta più indietro abbia la possibilità di non essere escluso, ma semmai di “risalire”.

Le cronache di oggi invece ci dicono altro, ci dicono di un’Amministrazione disposta a tutto, anche di tenere all’oscuro i propri cittadini in merito a provvedimenti presi che espropriano loro stessi di quei basilari spazi dei quali sempre hanno goduto, pur di sovvertire le regole della convivenza e del rispetto reciproco, al fine di ricreare quelle caste sociali dove chi ha può e chi non ha, non ha più nemmeno il diritto di sapere il perché!

Nemmeno il diritto di leggere sulle transenne quel provvedimento che li relega a sudditi del “signorotto” del momento; nemmeno di poter vedere chi quel provvedimento lo ha firmato! che per imbarazzo o codardia viene tenuto nascosto agli occhi della gente, del POPOLO; di quel popolo che invece in DEMOCRAZIA è sovrano detentore e depositario di ogni pubblico interesse.
Quello che è successo è l’esempio plastico della sensibilità di una classe dirigente che oggi sta, malamente, governando Riva; e Lei sindaca di questa sciagurata classe ne è l’esponente massimo.
Scrivo questa interpellanza perché vi ho capito, so che siete intimamente fatti così e per tal motivo sono proprio convinto che quello che è successo non sia una parentesi che si chiude, ma sia invece l’inizio di un nuovo ed infausto corso che saprà solo, a fronte di qualche lira immonda, disgregare e lacerare un tessuto sociale che fino ad oggi ci eravamo impegnati tutti a tenere unito.
Convinto di questo e certo che avrete già in animo di compiere altre iniziative simili, con la presente interpellanza sono a chiedere:

Se avete già concesso altre autorizzazioni per eventi simili;

Se dovessero essere richiesti, come sarà il comportamento dell’Amministrazione?

Se avete invece compreso che ciò che è successo sia stato un errore grave da non commettere più.

Le sarei particolarmente grato se la Sua risposta potesse essere “chiara e cristallina”, oltre che possibilmente “celere”, perché su tali argomenti non si può ASSOLUTAMENTE transigere.

 

Ringrazio per l’attenzione e rimango in attesa della Sua risposta.

Distinti Saluti.

Alessio Zanoni Consigliere comunale

 

Riva del Garda, 03 luglio 2022

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [462.12 KB]

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.