News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

WARIS: AGIRE, DALLA PAT RISPOSTE INSODDISFACENTI E LA SITUAZIONE PEGGIORA

Scritto da
10.40 - mercoledì 19 aprile 2017

(Fonte: Agire per il Trentino) – Caso Waris, Castellini: «dalla Provincia risposte insoddisfacenti, mentre la situazione peggiora». Dopo quasi cinque mesi finalmente ci è giunta risposta all’interrogazione depositata dal nostro Coordinatore politico (cons. prov. Claudio Cia) sull’ormai famigerato “Caso Waris”, società che opera nel settore degli impianti fotovoltaici nella Valle del Chiese.

In merito non possiamo nascondere la nostra delusione nel leggere le risposte vaghe e tautologiche da parte della Giunta provinciale: dopo tutto questo tempo ci saremmo aspettati decisamente qualcosa di più; facciamo anche presente che nelle risposte all’interrogazione non è stato riportato correttamente un aspetto molto importante, in quanto ci risulta che a questa data lo statuto dell’azienda è variato.

Peraltro sarebbe anche interessante sapere da chi sono state sostenute le spese di trasferimento di tale società nella nuova sede che ammonterebbero a ben 150.000,00 euro.

Intanto secondo le informazioni in nostro possesso un socio di tale società, all’inizio di quest’anno, avrebbe aperto una nuova azienda ad Aldeno, sempre nel campo del fotovoltaico; inoltre da un’indiscrezione sembrerebbe che alcuni soci della Waris avrebbero addirittura portato la questione in tribunale.

Se tutta questa fuga di notizie venisse confermata è chiaro che la Provincia Autonoma di Trento, volente o non dolente, ne sarà coinvolta e sicuramente non ci si potrà nascondere dietro a delle scartoffie quando saremo in possesso del protocollo firmato in data 24 settembre 2016 dalla Provincia Autonoma di Trento, Trentino Sviluppo e dalla società Waris (secondo la risposta all’interrogazione di Agire per il Trentino tale documento è in possesso di Trentino Sviluppo).

Alla fine di questa disamina desideriamo comunque ribadire tutto quello che è stato affermato nell’interrogazione del cons. Cia: “è necessario che la situazione della Waris sia monitorata incessantemente dalla Provincia, per verificare in primo luogo il versamento del canone d’affitto ed in secondo luogo il rispetto delle condizioni richiamate dal protocollo, fra le più importanti le assunzioni dei lavoratori“.

 

 

 

Grazia Castellini – Agire per le Valli Giudicarie

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.