News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

URZÌ (FDI / TN-AA)* LISTA CIVICA BOLZANO: « C’È “CANNIBALISMO” POLITICO TRA LISTE CONCORRENTI, NO ALLA FRAMMENTAZIONE NEL MONDO DI LINGUA ITALIANA (MALE ANTICO DELLA NOSTRA TERRA) »

Scritto da
12.18 - domenica 13 marzo 2022

Gentilissimi fondatori della Lista Civica di Bolzano, cari amici, in questo momento prevalgono certamente sopra ogni cosa i rapporti di personale simpatia.

La simpatia e la autentica amicizia che lega molti di noi ci permettono di porgere gli auguri per una impresa che auspichiamo possa portare a vive soddisfazioni personali. La freddezza dell’analisi politica porta però inevitabilmente a conclusioni molto più complesse.

In provincia di Bolzano nonostante le reiterate richieste venute soprattutto dalla nostra parte politica sopravvive a livello provinciale un sistema elettorale che, pur ancorato ad un proporzionale elemento di tutela per le rappresentanze linguistiche, non permette collegamenti di lista per la creazione di coalizioni, come a livello comunale. Ciò porta ad un “cannibalismo” politico fra liste che sono tutte concorrenti. Risultato: un grave indebolimento della rappresentanza della Comunità che potrebbe contare in Consiglio provinciale di numeri sempre più alti di consiglieri del gruppo italiano in rapporto a quelli ottenuti.

E’ la ragione per cui nel festeggiare per la riorganizzazione di una nuova realtà politica a noi legata da un vincolo elettorale a Bolzano, opportunità prevista dalle legge elettorale per i maggiori comuni della provincia, avvertiamo anche il dovere di esprimere con sincerità e schiettezza, come nel nostro carattere, la nostra profonda preoccupazione su ogni ipotesi che prefiguri sviluppi di imprese su scala provinciale. Inevitabilmente (per conseguenza della disciplina elettorale e non necessariamente per volontà) questo come precedenti esperimenti andrebbe ad incidere profondamente sulla frammentazione, soprattutto nel mondo di lingua italiana, male antico e profondo della nostra terra.

Un elemento essenziale nella politica è infine dato dal potere contrattuale che una forza politica è nella condizione di esercitare. Si pesa certamente per le idee ma anche e soprattutto per quanto le si possono affermare al tavolo di ogni formula di governo. A livello provinciale abbiamo purtroppo avuto riprova numerose volte di quale alto prezzo possa avere la rinuncia volontaria all’esercizio del potere contrattuale, per puro istinto di auto-conservazione del ruolo personale, o la debolezza del potere contrattuale derivante dal non avere alle proprie spalle una dimensione nazionale, di livello parlamentare o di governo, che è l’unico argomento che stimola riguardo e attenzione da parte di chi è sempre stato troppo abituato a godere delle maggioranze assolute, come la Svp. Queste maggioranze assolute oggi non esistono più. Il che espone moltissimo la Svp alla necessità di trovare un equilibrio che anche e soprattutto è dettato dal potere contrattuale esercitabile in ambito nazionale.

Se si rinuncia all’unico potere contrattuale che si può esercitare, quello a livello nazionale, ogni impresa politica autocefala, provinciale, è destinata a soccombere di fronte alla gestione del quotidiano ed all’irrilevanza dettata dai numeri locali.

C’è bisogno di una aperta consapevolezza di tutto questo. Facendo leva sulla legge elettorale che a livello di grandi comuni dell’Alto Adige permette invece le coalizioni e che quindi apre una prospettiva di condivisione ampia e positiva auguriamo, nell’ambito del comune di Bolzano, alla lista civica di Bolzano. I risultati che solo un forte e convinto gioco di squadra, avendo ben chiara la metà di campo nel quale creare la propria formazione, potrà portare per la città capoluogo. Ed in questa partita noi ci siamo e sempre ci saremo.

In quelle diverse ovviamente amiamo lo spirito competitivo, e gli avversari amiamo sfidarli e possibilmente batterli.

 

*

Alessandro Urzì coordinatore regionale di Fratelli d’Italia
Marco Galateo coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia
Alessandro Forest capogruppo comunale
Stefano Stagni, segretario amministrativo provinciale
Paola Zampieri consigliere comunale Merano
Antonio Cantoro consigliere comunale di Laives
Jessica Barra presidente circolo di Laives
Antonio Bova consigliere comunale di Bressanone

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.