News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

UNITN * “ GREEN WEEK 2019 “: « APPUNTAMENTO DOMANI DALLE 9.30 PER TUTTA LA GIORNATA A PALAZZO PAOLO PRODI »

Scritto da
10.06 - venerdì 01 marzo 2019

Nella seconda “Giornata della sostenibilità ambientale in Ateneo”, spazio alle proposte arrivate dalla comunità accademica e studentesca. Rispetto dell’ambiente, responsabilità sociale, valorizzazione delle energie rinnovabili e delle risorse naturali: l’impegno dell’Ateneo trentino con il suo Piano di sostenibilità ambientale e con la partecipazione alla Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile. In occasione della Green Week 2019, appuntamento domani dalle 9.30 per tutta la giornata a Palazzo Paolo Prodi.

In occasione della Green Week 2019 torna domani all’Università di Trento la Giornata della sostenibilità ambientale. Ideata dall’Ateneo lo scorso anno su proposta del delegato del rettore Marco Ragazzi, la Giornata è un’occasione per condividere con la cittadinanza l’impegno della comunità universitaria nella didattica e nella ricerca sui temi del rispetto dell’ambiente, della responsabilità sociale, della valorizzazione delle energie rinnovabili e delle risorse naturali.

La Giornata prenderà il via alle 9.30 nell’aula 1 di Palazzo Prodi (via Tomaso Gar 14) con un focus sulle esperienze di ricerca e sostenibilità ambientale condotte in alcuni laboratori dell’Ateneo, dai consumi energetici degli edifici, alla meteorologia e al comfort negli ambienti indoor. Si parlerà poi della rete delle università per lo sviluppo sostenibile (di cui anche Trento fa parte), la prima esperienza di coordinamento e condivisione nata su iniziativa della Conferenza dei rettori delle università italiane per diffondere la cultura e le buone pratiche di sostenibilità.

Formazione, applicazione e partecipazione alla sostenibilità saranno in seguito le parole chiave attorno a cui si svilupperà il confronto durante la Giornata. Saranno illustrati i progetti formativi dell’Ateneo sul tema della sostenibilità (tirocini e tesi di laurea), le applicazioni dirette di scelte sostenibili all’interno dell’Ateneo e alcune iniziative avanzate da associazioni di studenti e studentesse di UniTrento.

In questa occasione, a partire dalle 16.30 saranno anche esposte, discusse ma anche raccolte varie proposte di sostenibilità ambientale della comunità UniTrento (in parte già arrivate all’indirizzo dedicato unitrento-sostenibile@unitn.it). Le proposte potranno entrare a fare parte integrante del nuovo Piano di sostenibilità ambientale, una volta verificata la sostenibilità.

Il programma della seconda Giornata della sostenibilità ambientale di UniTrento è disponibile online all’indirizzo:

 

*

Il Piano di sostenibilità ambientale
La riflessione durante la Giornata avrà come punto di riferimento il Piano di sostenibilità ambientale adottato dall’Università di Trento nel 2016. Il Piano è declinato attorno a quattro macroaree di intervento: “Emissioni, energia e risorse naturali”, “Edifici e procedure”, “Cultura e insegnamento”, “Salute e benessere” che, a loro volta, mirano al raggiungimento di 14 obiettivi specifici. Si tratta di un primo tentativo di ricondurre, in un unico documento e piano di intervento, le tante iniziative nate spontaneamente e cresciute nei primi anni di avvio del progetto.

L’obiettivo è quello di mostrare come la combinazione di ricerca, conoscenze scientifiche, buone pratiche e azioni mirate di comunicazione possa portare a ridurre sensibilmente gli sprechi, a produrre meno rifiuti, a controllare meglio l’impatto sulla salute e le emissioni di gas serra e alle attività direttamente o indirettamente connesse con quelle istituzionali. Un circolo virtuoso che l’Ateneo vuole attivare, anche grazie a un forte processo partecipativo, per generare nuove iniziative verso obiettivi di sviluppo sempre più sostenibili.

 

*

Obiettivo: un’università sostenibile
Ma cosa si intende per “Università sostenibile”? Lo si capisce leggendo la definizione data dalla Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (Rus): «È un ateneo che sceglie di investire in politiche ambientali e socio-economiche volte alla razionalizzazione dei consumi di risorse ed energia e alla minimizzazione degli sprechi, alla riduzione della produzione dei rifiuti e ad una loro corretta gestione, al miglioramento delle condizioni di salute, di benessere e di lavoro di tutti i membri della community, alla sensibilizzazione della community sull’importanza di attuare comportamenti responsabili in ambito ambientale, sociale ed economico. Non solo: un’università sostenibile ha l’ambizione di essere da esempio per altre pubbliche amministrazioni e per la società, sfruttando le competenze in tema di ricerca e trasferimento delle conoscenze acquisite».

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.