News immediate,
non mediate!

UIL SCUOLA TRENTO * INCLUSIONE: « MANCANZA DI DOCENTI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO, CHIEDIAMO UN NUOVO INCONTRO CON L’ASSESSORE BISESTI »

Scritto da
18:41 - 25/10/2021

Che inclusione senza “insegnanti di sostegno”? Uil scuola Trento rilancia il tema della cronica assenza di docenti specializzati sul sostegno nelle Scuole in Trentino. Nuova richiesta di incontro con l’Assessore Bisesti.

All’ordine del giorno: la ri-programmazione numerica dei posti disponibili in Provincia di Trento per garantire ai docenti l’accesso al percorso formativo finalizzato al conseguimento del titolo di specializzazione sul sostegno e larevisione delle modalità per la stabilizzazione degli insegnanti specializzati.

Di anno in anno, dalla scuola primaria alla scuola secondaria di secondo grado, si assiste ad una cronica carenza se non addirittura assenza di docenti specializzati sul sostegno.
A settembre il Dipartimento, quindi i Dirigenti scolastici, assegnano attraverso contratti annuali o temporanei più di 200 cattedre destinate a questi insegnanti. Un dato su tutti: nel 2021, solo alla scuola primaria, sono stati assegnati a docenti precari e per la maggior parte privi di titolo di specializzazione 100 posti a tempo pieno e 43 a orario ridotto. Il numero di docenti specializzati è storicamente inferiore al fabbisogno.

L’accesso ai corsi di formazione che permettono agli insegnanti di conseguire il titolo di specializzazione sul sostegno, ha un costo a loro carico di 3.000,00 Euro ed è inoltre a numero chiuso. In provincia di Trento per l’anno accademico 21-22 sono stati autorizzati 30 posti per la scuola primaria (a fronte di 37 domande), 40 posti per la SSPG (a fronte di 95 domande), 30 posti per la SSSG (a fronte di 157 domande). Sono sufficienti questi pochi e semplici dati per comprendere quanto sia necessario ri-programmare numericamente i posti disponibili.

Si chiede al Dipartimento di raccordarsi con il MIUR per garantire, già a partire dal prossimo anno scolastico, il pieno diritto di accesso al corso di specializzazione per il sostegno a tutti i docenti interessati a investire il loro tempo e denaro in formazione! La qualità scolastica non può essere ostacolata da un “corso a numero chiuso”.

Per Uil Scuola Trento è inoltre prioritario allineare le norme provinciali riguardanti l’immissione in ruolo dei docenti in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno alle ultime disposizioni ministeriali.

Il Dipartimento intervenga affinché vi sia un adeguamento per quanto riguarda i titoli di accesso, il servizio pregresso richiesto e la formazione di specifici elenchi da cui attingere per l’immediata immissione in ruolo di chi il titolo di specializzazione già lo ha conseguito!

Intervenire si può e si deve!

 

*
UIL Scuola Trento chiede azioni concrete ed immediate!

DA AFFIGGERE ALL’ALBO SINDACALE AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.