News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

TRENTO GAY PRIDE 2018: AGIRE, MANIFESTAZIONE INOPPORTUNA CHI PATROCINERÀ?

Scritto da
14.32 - mercoledì 21 giugno 2017

(Fonte: Agire per il Trentino) – Gay Pride a Trento, Agire: “Manifestazione inopportuna, chi patrocinerà?” Vero o non vero, la notizia della scelta del nostro capoluogo come città ospitante del Gay Pride per il 2018 lascia a dir poco sgomenti e senza parole.

Negli anni abbiamo assistito a questo genere di spettacolini, e quello che si è visto è solamente mancanza di pudore: ricordiamo a tal proposito i cartelli contro Israele e le forze dell’ordine al Gay Pride di Roma nel 2006, oppure le scene hard proiettate al Gay Pride di Palermo nel 2013 davanti alla cattedrale, o ancora da ultimo tre bambini seminudi dentro un carrello della spesa al primo Gay Pride di Reggio Emilia tenutosi poco tempo fa.

E adesso tutto questo o forse peggio potrebbe sbarcare a Trento. Ne sentivamo la necessità? Assolutamente no: sarebbe una vergognosa mancanza di rispetto verso la popolazione, il Vescovo, la nostra storia, la nostra cultura e le nostre radici giudaico-cristiane.

Agie per il Trentino ritiene che l’unica famiglia, quella naturale e tradizionale, vada difesa senza se e senza ma e che solo il sostegno alla famiglia (e non all’ideologia gender o alle politiche Lgbt) sia l’unico punto di partenza per poter uscire da questo declino economico e sociale; di conseguenza chiediamo a chiunque non apprezzi questo genere di indecenza di gridare a gran voce la propria contrarietà, affinché altre città più “civili” come Bologna o Torino ospitino le associazioni Lgbt e le loro goliardie (che secondo una recente inchiesta a Bolzano prenderebbero più fondi rispetto ai donatori di sangue).

Infine sarebbe importante che gli sponsor e chi abbia intenzione di dare il proprio patrocinio uscissero allo scoperto, senza paura: il sindaco Andreatta, il nostro Presidente della Giunta Provinciale Rossi e compagnia bella disonoreranno i nostri stemmi dando il via libera al Gay Pride, magari concedendo anche il patrocinio?

E se fosse così, altre associazioni verranno trattate allo stesso modo? Chiaramente no, perché per le sinistre c’è qualcuno più uguale di qualcun altro, soprattutto se garantisce un pugno di voti.

 

 

*

Agire per il Trentino
Ufficio stampa e comunicazione

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.