trentino domani – AVV ROAT * convegno, ‘ Europa Quali Prospettive? ‘: Silvi, ” VIVIAMO UNA fase che vede la fine del Quantitative Easing di Draghi e il profilarsi di scenari ancora tutti da esplorare “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Ieri presso la sala conferenza di Codipra a Trento, ha avuto luogo l’incontro organizzato dall’associazione Trentino Domani, presieduta dall’avvocato Maurizio Roat, dal titolo: “Europa Quali Prospettive?”, che ha avuto come ospite principale il professor Sergio Vento, docente di Relazioni Internazionali presso l’Università Luiss “Guido Carli” di Roma, già ambasciatore e consigliere diplomatico di vari Presidenti del Consiglio, da Ciampi a Berlusconi.

 

 

Il professor Vento è stato uno dei protagonisti delle trattative che hanno condotto dal Trattato di Maastricht alla nascita dell’Euro. Partendo da un’analisi storica del percorso che ha portato all’attuale assetto dell’Unione Europea, il professor Vento ha tracciato i possibili scenari futuri dell’Unione, anche alla luce delle prossime elezioni europee, che potrebbero vedere un cambio di strategia a livello europeo, con nuovi assetti politici ed istituzionali.

L’analisi si è incentrata anche su quanto rimasto di incompiuto nel processo di costruzione dell’Unione Europea e che ha posto le basi dell’attuale crisi politico/istituzionale, che va dalla Brexit alle fibrillazioni che coinvolgono l’Italia, il Gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria), ma che sono interne anche alla stessa Germania e Francia.

L’incontro, incentrato principalmente su un dialogo-confronto tra i partecipanti, principalmente esponenti del mondo dell’economia, della finanza e delle professioni del Trentino e il professor Vento, ha avuto tra i momenti salienti, l’intervento di Luciano Pilati, docente presso la facoltà di Economia dell’Università di Trento, incentrato su una lettura dei rapporti economico-finanziari tra Italia ed Unione Europea.

Tra gli interventi più qualificati quello del dottor Maurizio Silvi, economista, con una lettura sulle funzioni ed il ruolo della Banca centrale Europea, soprattutto in questa fase che vede la fine del Quantitative easing di Draghi e il profilarsi di scenari ancora tutti da esplorare, con ricadute dirette sul nostro sistema finanziario ed economico anche locale.

Mirko Bisesti, Assessore provinciale con delega ai rapporti con l’Europa, ha portato il saluto del governatore del Trentino, Maurizio Fugatti, assicurando una rinnovata attenzione da parte della Provincia autonoma di Trento verso Bruxelles e le politiche europee.